Operatore di Borsa (Ansa)
Operatore di Borsa (Ansa)

Milano, 13 marzo 2019 - Seduta positiva per Borsa Italiana. Milano apre oggi in calo (-0,16%) ma nel pomeriggio l'indice Ftse Mib di Piazza Affari accelera, per poi chiudere in rialzo a +0,57% a 20.749 punti. Bene anche le altre Piazze europee, sulla scia di Wall Street (Dow Jones +0,38%): Francoforte +0,46%, Parigi +0,61% e Madrid +0,29%. Fa eccezione Londra sulla parità (-0,03%), in attesa del voto di oggi sulla BrexitSpread tra Btp e bund tedeschi stabile a 248 punti base, col rendimento del decennale al 2,55%. 

Dopo la vittoria in Champions League contro l'Atletico Madrid, la Juventus non riesce inizialmente a fare prezzo, ma poi apre e fa il botto a +23% a quota 1,5 euro (vicina ai massimi storici). Nel pomeriggio "lima" a +17,42%. Scattano al rialzo anche le azioni di Salvatore Ferragamo (+6,36%), all'indomani dei conti del 2018, archiviati con un utile netto di 90 milioni, in calo del 21,1%. Telecom Italia recupera a +0,46%, dopo lo scivolone quasi pari al 6% accusato la vigilia, tra scambi boom.

Intanto oggi il Tesoro ha fatto il pieno all'asta dei Btp collocando tutti i 7,75 miliardi offerti. In particolare, per i Btp a 3 anni con scadenza 15 luglio 2002, sono stati assegnati 4 miliardi: la domanda è stata molto sostenuta, e l'asta si è conclusa con un rapporto di copertura di 1,49. Il tasso di rendimento, all'1,06%, mostra una variazione positiva di 7 punti base. Anche per i Btp settennali (scadenza 15 novembre 2025), collocati 2,5 miliardi, la richiesta è stata sostenuta: in questo caso, però, il tasso di rendimento, al 2,05%, risulta in calo di 20 punti base. Il rapporto di copertura invece è stato pari a 1,40. Infine, il Tesoro ha collocato 1,25 miliardi di Btp ventennali, con scadenza 1 settembre 2038: in questo caso, il rapporto di copertura è stato 1,36 con tasso di rendimento al 3,35%.

WALL STREET - Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,38% a 25.652,16 punti, il Nasdaq avanza dello 0,43% a 7.623,88 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,38% a 2.801,98 punti.

BORSE ASIATICHE - Le Borse cinesi terminano la seduta in forte calo: l'indice Composite di Shanghai cede l'1,09%, a 3.026,95 punti, mentre quello di Shenzhen perde il 2,32%, a quota 1.656,54. Anche Tokyo arretra con l'indice Nikkei che chiude a -0,99% a 21.290 punti.