Piazza Affari apre in positivo sulla spinta del nuovo governo (Ansa)
Piazza Affari apre in positivo sulla spinta del nuovo governo (Ansa)

Milano, 1 giugno 2018 - Giornata all'insegna del rialzo per Borsa Italiana, con Piazza Affari che incassa l'accordo sulla formazione del nuovo governo guidato da Giuseppe Conte e il Ftse Mib che ha aperto le contrattazioni a +2,1% per poi toccare quota +2,68% nel pomeriggio e chiudere a +1,49%. Bene anche lo spread Btp-Bund, che dopo aver aperto a 235 punti base ha toccato quota 218 nel pomeriggio per poi chiudere intorno a 226, con un risultato particolarmente positivo soprattutto sui rendimenti dei titoli di Stato a due anni, il cui valore è arrivato a scedere fino allo 0,73% dall'1,36% di ieri. Giornata positiva anche per gli altri listini europei, nonostante i timori di ieri riguardo i dazi su acciaio e alluminio annunciati da Trump avessero fatto chiudere tutte le Borse del vecchio continente in area negativa.

Governo, ecco la squadra M5s-Lega. Conte premier, Tria al Tesoro. Tutti i ministri

BORSE EUROPEE - In chiusura Francoforte guadagna l'1,18%, Londra lo 0,48%, Parigi chiude in pareggio dopo una giornata positiva e Madrid si ferma in testa al gruppo incassando l'1,82% dopo la sfiducia al governo di Mariano Rajoy. Stabile l'Euro, che questa mattina vede il cambio con il dollaro a 1,1678 dopo la chiusura in 1,1659 di ieri. Tra i titoli del paniere milanese spicca il risultato positivo di Fca che alle 14:00 viaggia a +1% dopo una mattinata sopra il +3% sulla spinta del nuovo piano industriale svelato dal Ceo, Marchionne. Bene anche la galassia Agnelli e i bancari, che volano grazie all'abbassamento dei rendimenti sui titoli di Stato.

Tria, riformista (moderato) all'Economia. "Più Iva per finanziare la Flat tax"

DATI MACROECONOMICI -  Questa mattina l'Istat fa sapere che nei primi tre mesi del 2018, i consumi sono saliti dello 0,3% rispetto al trimestre precedente, in gran parte grazie all'aumento della spesa delle famiglie (+0,4%). Si segnala invece una battuta d'arresto per gli investimenti, in diminuzione congiunturale dell'1,4%. Giù anche le esportazioni, che calano del 2,1%, e le importazioni, diminuite dello 0,9%. Positivi i dati sul Pil che nel primo trimestre 2018 aumenta dello 0,3% rispetto al trimestre
precedente e dell'1,4% nei confronti dello stesso trimestre dell'anno scorso. Andamenti congiunturali positivi si registrano nei settori di agricoltura e pesca (+4,6%) e nei servizi (+0,3%) mentre l'industria segna una piccola diminuzione (-0,1%).