Martedì 16 Luglio 2024
CONTENTS
Economia

Bonus inflazione 2023: cos’è, a chi spetta, come e quando si fa richiesta

Grazie all’Inps alcune categorie di persone potranno ricevere un bonus una tantum di 150 euro per far fronte all’inflazione galoppante. Ecco tutto quello che c’è da sapere

Crediti iStock - Bonus inflazione 2023

Crediti iStock - Bonus inflazione 2023

Il Bonus Inflazione 2023 è un sostegno finanziario destinato alle famiglie e alle persone a basso reddito che stanno lottando contro l’aumento fuori controllo dei prezzi, che in questo periodo storico sembra davvero non avere fine. L’obiettivo di questo prezioso contributo è alleviare il carico finanziario che molte persone stanno affrontando a causa dell'aumento dei costi dei generi alimentari, dei carburanti, delle bollette e di tutti gli altri beni e servizi essenziali. Ecco tutti i dettagli di questo prezioso strumento.

Approfondisci:

Carta acquisti: come ottenere ‘Dedicata a te’ e come si usa

Carta acquisti: come ottenere ‘Dedicata a te’ e come si usa

Chi ha diritto al Bonus Inflazione 2023? Ecco chi sono i beneficiari

Le condizioni di ammissibilità per il Bonus Inflazione 2023 includono pensionati, lavoratori dipendenti e autonomi, a patto che siano in possesso di determinati requisiti: nello specifico, dipendenti e pensionati riceveranno il bonus nel caso in cui avessero conseguito nel 2021 un reddito annuale non superiore ai 20.000 euro (la soglie era in precedenza fissata a 35.000 euro). Per quanto riguarda i lavoratori stagionali, i lavoratori autonomi occasionali, i lavoratori dello spettacolo e le Partite IVA, il bonus sarà erogato purché la richiesta sarà stata inoltrata entro il mese di gennaio: in un primo momento, infatti, l’INPS avrebbe dovuto erogare i 150 euro a partire da febbraio, ma non ha rispettato le scadenze previste. Il bonus sarà disponibile anche per tutti quei percettori del reddito di cittadinanza che non sono stati esclusi dalla misura: i nuclei familiari in difficoltà che includono minori, individui oltre i 60 anni o persone con disabilità dovrebbero già aver ricevuto il bonus entro il 27 agosto. Tutti gli altri dovrebbero invece ricevere il sussidio una tantum entro il prossimo 31 agosto.

Approfondisci:

Bonus libri 2023/2024: a chi spetta e come richiederlo a Regione o Comune

Bonus libri 2023/2024: a chi spetta e come richiederlo a Regione o Comune

Come si richiede e come si riceve il Bonus Inflazione 2023?

Per poter ricevere il bonus è necessario aver fatto prima di tutto una richiesta formale attraverso il sito dell’INPS, alla quale sarà stato allegato il proprio IBAN dove verrà effettuato il bonifico. Per chi percepisce reddito di cittadinanza la cifra sarà automaticamente caricata con il prossimo pagamento; in alternativa, l’indennità sarà accreditata a chi ne ha fatto richiesta in busta paga, oppure con la pensione. Nel caso in cui la misura dovesse essere riproposta con un nuovo decreto aiuti anche per il prossimo anno sarà necessario effettuare la richiesta online, previa verifica dei criteri di ammissione. Per capire se si è tra i cittadini che possono usufruire dei bonus del Governo è infatti importante collegarsi al sito MyInps attraverso SPID, carta d’identità elettronica o CNS e consultare il proprio fascicolo previdenziale, che include l’indicazione dei beneficiari del relativo contributo.