La lettura di un contatore
La lettura di un contatore

Roma, 26 marzo 2019 - Dal primo aprile calano le bollette di luce e gas. I consumatori potranno godere di una significativa riduzione delle tariffe. L'Autorità per l'energia per i clienti sul mercato tutelato spiega che, dopo i picchi raggiunti nel 2018, e come già in parte registrato nei primi tre mesi del 2019, anche nel secondo trimestre dell'anno si determina per la famiglia tipo un calo dell'8,5% per le bollette dell'elettricità e del 9,9% per quelle del gas.
 
Ciò è possibile grazie "alla contrazione dei prezzi delle materie prime nei mercati all'ingrosso dell'energia, nazionali ed internazionali", spiega Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). 

Per l'energia elettrica la riduzione della tariffa dipende dal deciso calo della componente a copertura dei costi per l'approvvigionamento, del -12,22%, anche se parzialmente ridotto da un adeguamento degli oneri generali di 3,72%. 

La riduzione della componente materia prima è principalmente determinata dalla riduzione del prezzo del gas naturale, favorita anche dall'allineamento al ribasso tra mercato asiatico e quello europeo. Inoltre sembra essersi assestato il prezzo dei permessi di emissione della CO2.
 
Il calo per gas naturale è determinato dalla riduzione della spesa per la materia prima legata alle quotazioni stagionali attese nei mercati all'ingrosso nel prossimo trimestre, leggermente limitata da piccoli aggiustamenti degli oneri generali (0,41%) e di altre componenti connesse al trasporto e gestione del contatore (0,15%). 

Quindi, al lordo delle tasse, per l'elettricità la spesa per la famiglia-tipo (cioè con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all'anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas invece sono di 1.400 metri cubi annui), nell'anno scorrevole (compreso tra il 1 luglio 2018 e il 30 giugno 2019) sarà di 565 euro, e, nello stesso periodo, per la bolletta gas sarà di circa 1.157 euro. 

DI MAIO: SEGNALE IMPORTANTE - "Nonostante si parli di aumenti in tutti i settori i costi dell'energia e del gas diminuiranno sensibilmente nel prossimo trimestre. Si tratta di un segnale importante per le famiglie italiane che incoraggia verso scelte di politica energetica che fanno bene all'ambiente e non danneggiano il portafogli degli italiani". E' il commento del vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro Luigi Di Maio. "Con la diminuzione del 8,5% delle tariffe dell'energia elettrica e del 9,9% di quelle del gas per il prossimo trimestre, decisa oggi dall'Arera, si raggiunge un importante risultato che permetterà alle famiglie di risparmiare nella spesa per le bollette. E' un provvedimento che avrà effetti positivi sui cittadini, in particolare quelli più deboli, che potranno beneficiare nei prossimi mesi di un netto calo dell'importo delle bollette da pagare. Il Governo è infatti impegnato, insieme alle autorità del settore, a mettere in campo tutte le misure e i controlli necessari a tutelare i consumatori, favorendo al contempo una politica di riduzione dei costi dell'energia elettrica e del gas", si legge sul sito del ministero dello Sviluppo economico. 

CODACONS: CALO INSUFFICIENTE - Il calo delle tariffe per luce e gas deciso da Arera è per il Codacons insufficiente e non basta e recuperare gli abnormi incrementi delle bollette subiti nell'ultimo anno dalle famiglie italiane. "Solo nel corso del 2018 le tariffe della luce hanno registrato un incremento del +11,12%, mentre il gas è aumentato del +16% tra il 2018 e il primo trimestre del 2019 Un rincaro che ha determinato un 'massacro' per le tasche delle famiglie con una maxi-stangata complessiva pari a 1,32 miliardi di euro solo nel 2018 e una maggiore spesa da +93 euro a famiglia", spiega il presidente Carlo Rienzi.  "Per tale motivo le riduzioni delle tariffe luce e gas decise oggi da Arera rappresentano solo un primo passo per riportare equità nel settore dell'energia, che tuttavia ancora non basta a recuperare gli abnormi incrementi tariffari subiti dai consumatori. Proprio per combattere i rincari delle bollette energetiche ricordiamo agli utenti che è ancora possibile aderire al gruppo d'acquisto sull'energia lanciato dal Codacons e che permetterà, a partire da aprile, di risparmiare fino a 334 euro annui su luce e gas, grazie alle condizioni contrattuali e tariffarie strappate dall'associazione attraverso una apposita asta tra fornitori", conclude Rienzi.