«Registriamo, a oggi, una massiccia adesione degli espositori di Sana 2019 all’appuntamento 2020: sono già più di cinquecento». È ottimista Domenico Lunghi, exhibition director private label, food and pet industries di BolognaFiere. «È il principale segnale dell’interesse – spiega – attorno al tema del biologico e del naturale e della forza di un comparto che sta ampliando le proprie strategie di business all’insegna dell’innovazione».

Anche i prodotti più richiesti dal mercato – dal baby food ai free from bio – avranno, come ovvio, dei momenti di approfondimento nell’ambito di Sana 2020. «Molti – prosegue Lunghi – i focus che proporremo per dare il giusto risalto ai temi di maggiore interesse: fra le tante ricordiamo quello dedicato a piante officinali e spezie, elementi fondanti della cosmesi e dei prodotti per la salute al naturale. Parte, con questa edizione, un programma pluriennale di iniziative - La via delle erbe - che ne metteranno in primo piano benefici, normative e utilizzi. L’iniziativa è in collaborazione con Siste; sotto i riflettori nel 2020 le ‘Erbe d’Oro’: Ginko biloba, Elicriso, Curcuma e Zafferano».

Un altro focus di questa edizione sarà, poi, quello dedicato al mondo del the e incisivi saranno la presenza dei leader della grande distribuzione e i progetti dedicati alla trasformazione digitale e, «con alcuni partner, fra i quali Amazon, stiamo elaborando iniziative ad hoc per il biologico». Infine, conclude Lunghi, «con FederBioAssoBio riproporremo Rivoluzione Bio e una serie di iniziative per il settore della ristorazione collettiva».