"Un secondo trimestre 2020 impattato dal Covid-19, ma in linea con le aspettative". Lo annuncia Ferrari (in foto l’ad Camilleri) diffondendo i risultati preliminari relativi al secondo trimestre e al semestre concluso il 30 giugno. Le consegne totali sono state di 1.389 unità, dimezzate rispetto all’anno precedente, a causa della sospensione sia della produzione che della distribuzione. Così, i ricavi sono calati a 571 milioni, in diminuzione del 42%. L’adjusted Ebitda è di 124 milioni, con un margine pari al 21,9%, e l’adjusted Ebit vale 23 milioni, con un margine pari al 4%. Ieri la Borsa ha premiato il titolo, che ha chiuso con un +3,8%.