Se l’offerta pubblica di scambio lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca avrà successo, "è indubbio" che il supporto al territorio aumenterà. Lo afferma Mauro Micillo, responsabile della Divisione Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo e amministratore delegato di Banca Imi. "Quella che potrebbe nascere – continua Micillo – è una nuova realtà bancaria che trarrà la sua forza dal...

Se l’offerta pubblica di scambio lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca avrà successo, "è indubbio" che il supporto al territorio aumenterà.

Lo afferma Mauro Micillo, responsabile della Divisione Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo e amministratore delegato di Banca Imi.

"Quella che potrebbe nascere – continua Micillo – è una nuova realtà bancaria che trarrà la sua forza dal solido rapporto che già esiste con le comunità con cui opera, le famiglie, gli imprenditori e le fondazioni. La prospettiva che offriamo è essere parte di un importante progetto che avrà nella creazione di valore per tutti gli stakeholder (azionisti, clienti, management, dipendenti) e nella distribuzione di flussi di dividendi sostenibili nel tempo alcuni significativi punti di forza e che, nel contempo, contribuirà in maniera determinante allo sviluppo dell’economia reale di tutte le aree interessate".

Sul lato delle imprese Micillo sottolinea quanto già chiarito dal consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, "ovvero che le aziende, di qualunque dimensione, a oggi affidate sia da Ubi che da Intesa, nel momento in cui l’Ops andrà a buon fine, vedranno i fidi complessivi almeno confermati. Ciò per non far mancare da parte di Intesa il supporto per affrontare un momento delicato come l’attuale". Micillo spiega che è "indubbio" che in caso di successo dell’offerta il sostegno al territorio aumenterà. "Oltre ai motivi che ho già evidenziato, ce ne sono molti altri, tra cui l’assunzione di 2.500 giovani, in particolare nei territori dove Ubi è capillarmente diffusa, la creazione di nuove direzioni regionali a Bergamo, Brescia, Cuneo e Bari e di un centro di eccellenza dedicato al supporto del settore agricolo a Pavia, e il sostegno concreto di Intesa Sanpaolo a sociale, cultura, arte e attività locali. Il nostro impegno verso i territori più colpiti dal Coronavirus, con il supporto al settore sanitario, al sociale e al tessuto economico-produttivo, è stato ingente e continuerà nel tempo".