Mercoledì 17 Luglio 2024
MADDALENA DE FRANCHIS
Economia

L’azienda informatica che ricicla da sé le capsule del caffè. Ecco come

Alla Elmec Informatica hanno lanciato il “Progetto Greta” per differenziare le capsule, ma non solo

Greta, la macchina che differenzia le capsule del caffé

Greta, la macchina che differenzia le capsule del caffé

Varese, 20 giugno 2024 – Lo hanno chiamato ‘Progetto Greta’, come il nome della macchina che hanno allestito all’interno delle proprie sedi aziendali, in grado di differenziare l’involucro delle capsule di caffè, in plastica o alluminio, dal fondo organico. L’iniziativa di Elmec Informatica, azienda di Brunello (Va) che, dal 1971, sviluppa servizi It per le imprese, si inscrive nel percorso già avviato da qualche anno per sensibilizzare i propri dipendenti (oltre 900, distribuiti in 6 sedi, tutte nel Varesotto) sull’importanza dell’economia circolare, del riciclo e riuso. Ne abbiamo parlato con Luca Sardella, Esg Coordinator (responsabile sostenibilità) dell’azienda lombarda.

Approfondisci:

Direttiva europea case green: cosa cambia per piccoli proprietari

Direttiva europea case green: cosa cambia per piccoli proprietari

Greta: cos’è e come funziona

"Quando abbiamo deciso di introdurre le macchine da caffè a capsule nelle nostre sedi aziendali, ci siamo messi subito alla ricerca di soluzioni per ridurre l’impatto ambientale collegato al loro uso – esordisce Sardella –. Pertanto, abbiamo distribuito a tutti i dipendenti una tazzina lavabile e riutilizzabile, per eliminare i bicchieri monouso, poi abbiamo contattato un’azienda che realizzasse già dei sistemi di smaltimento delle capsule esauste. Abbiamo quindi installato il macchinario – denominato ‘Greta’ – in grado di separare l’involucro in plastica o alluminio, che viene conferito alla rete di smaltimento dei rifiuti domestici urbani, dai residui organici di caffè, riutilizzati come compost nel nostro orto aziendale”.

L’angolo della biodiversità

Sì, perché l’azienda ha allestito, da qualche tempo, un vero e proprio ‘angolo della biodiversità’. "Uno dei terreni su cui sorge il campus di Elmec ospitava già delle arnie per produrre il miele – spiega il manager –: recentemente, lo spazio è stato ampliato e trasformato in un angolo della biodiversità, composto da un frutteto e dall’orto club Elmec. Quest’ultima iniziativa è legata alla condivisione di un terreno agricolo all’interno del campus di Brunello, per far sì che i dipendenti possano coltivare il proprio orto, in autonomia o insieme ai colleghi. L’orto aziendale contribuisce, come altre nostre iniziative, a dare valore al progetto aziendale di sostenibilità, con particolare attenzione all’impatto positivo sul territorio e all’approvvigionamento a chilometro zero”.

Un particolare del funzionamento di Greta
Un particolare del funzionamento di Greta

Altre iniziative incluse nel bilancio di sostenibilità

Tra le altre novità lanciate dall’azienda nel 2024 c’è il progetto ‘Road to 20’, dedicato alle persone che usufruiscono dell’auto aziendale. L’obiettivo è ottimizzare il consumo dell’auto, portandolo a 20km per litro di carburante, per arrivare poi a raggiungere i 25km per litro entro il 2030. Per farlo, l’azienda ha organizzato dei corsi di educazione alla guida ecologica e sicura, oltre a impegnarsi a migliorare la flotta aziendale con auto sempre più efficienti. Una volta raggiunto il traguardo, Elmec compenserà con una piantumazione di alberi al Campo dei Fiori di Varese. L’azienda ha già in essere un progetto di ‘bike to work’, in virtù del quale eroga un bonus di massimo 500 euro all’anno ai dipendenti che si recano al lavoro in bicicletta e regala il buono pasto del giorno a chi si avvale di altri mezzi sostenibili, come il monopattino elettrico.