Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
27 mag 2022

"Automotive, ci aspetta una sfida epocale"

Modena, a Motor Valley Fest si è tenuta la tavola rotonda tra i top manager delle case automobilistiche più celebri e speaker internazionali

27 mag 2022
Da sinistra: Tonon (Maserati), Cevolini (Energica), Domenicali (Ducati), Winkelmann (Lamborghini), Pagani e Galliera (Ferrari)
"Automotive, ci aspetta una sfida epocale"
Da sinistra: Tonon (Maserati), Cevolini (Energica), Domenicali (Ducati), Winkelmann (Lamborghini), Pagani e Galliera (Ferrari)
"Automotive, ci aspetta una sfida epocale"

MODENA

Automobili e motociclette performanti, ma senza perdere di vista l’obiettivo della transizione ecologica. Motor Valley accetta la sfida verso il powertrain elettrico e l’innovazione dei carburanti E-fuel e Bio-fuel, cercando di sfruttare la tecnologia più avanzata e la digitalizzazione per costruire mezzi sempre più sicuri e affascinanti nel design. Il convegno inaugurale al Teatro Pavarotti-Freni di Modena - prima del taglio ufficiale del nastro nel Cortile d‘Onore dell’Accademia Militare - ha dato lo start ieri alla quarta edizione del Motor Valley Fest, il grande festival a cielo aperto nella Terra dei Motori. Un parterre di altissimo livello - con esperti, top manager, imprenditori e rappresentanti del mondo delle istituzioni - si è confrontato sulle tematiche più stringenti del settore automotive. Tre keynote speaker internazionali hanno tratteggiato le tendenze future del settore mobility e automotive. Andreas Cornet, senior partner McKinsey ha evidenziato come gli anni 20 del nuovo millennio stabiliranno il corso della mobilità a livello globale: "Il passaggio all’elettrico cambierà l’intera architettura della costruzione di una vettura, ma la Motor Valley potrà trovare soluzioni per continuare a restare al top nel mercato, contribuendo alla spinta tecnologica". Johannes-Joerg Rueger, Bosch Ceo engineering e board member Automotive si è interrogato sull’impatto che la transizione ecologica avrà sulle auto sportive: "Dobbiamo mantenere intatto il Dna delle sport cars, perché non è vero che le vetture del futuro riserveranno meno emozioni". Come esempio il manager di Bosch ha citato la guida assistita, "da sviluppare per aumentare la sicurezza dei veicoli". Christian Richter, Google director global ha prospettato un futuro in cui una ’big machine’ raccoglierà e imparerà da tutti i ’data’ collezionati dai nostri spostamenti, acquisti e ricerche online.

Il convegno nella seconda parte ha lasciato spazio al Motor Valley Top Table, dove hanno dialogato Livia Cevolini, Ceo Energica Motor Company, Claudio Domenicali, amministratore delegato Ducati Motor Holding Spa, Enrico Galliera chief marketing and commercial officer Ferrari Spa, Horacio Pagani, fondatore & chief designer Pagani Automobili, Francesco Tonon, Maserati head of global product planning & product marketing e Stephan Winkelmann, presidente and ceo Automobili Lamborghini. Per Enrico Galliera (Ferrari) "ci attende una sfida epocale: possiamo reagire in molti modi e Ferrari ha scelto di vedere in questa challenge un’opportunità di crescita ma anche di divertimento. Dobbiamo decidere dove giocare. Al di là del contributo all’abbassamento delle emissioni di CO2, dobbiamo pensare all’esempio che diamo come aziende della Motor Valley, conosciute in tutto il mondo". Sulla stessa linea Claudio Domenicali (Ducati): "Il motore elettrico è affascinante e ci spinge a cercare nuove soluzioni, legate ad aspetti come il raffreddamento. Con nuove sfide arrivano anche nuove competenze". Per Stephan Winkelmann (Lamborghini) il futuro è già tracciato: "Nei prossimi due anni sarà ibrida la completa gamma Lamborghini. E nel 2028 produrremo la prima auto completamente elettrica". "Abbiamo prodotto una GT Full Electric, la Folgore", ha detto Francesco Tonon (Maserati), "e nel 2025 una intera nostra gamma, nel segmento più legato al lifestyle sarà così".

Presenti il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e il Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri, Manlio Di Stefano: "II Governo è al fianco della Motor Valley, front runner del Made in Italy nel mondo: insieme affronteremo le sfide del futuro". Pier Carlo Padoan, presidente UniCredit, ha dichiarato: "UniCredit conferma con entusiasmo il proprio sostegno al Motor Valley Fest. Un’iniziativa che coniuga la valorizzazione del territorio e il supporto del settore automotive".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?