Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
7 giu 2022

Auto elettrica: ricarica, autonomia, manutenzione. Tutti i pregi (e i difetti)

Dai tempi per il rifornimento allo smaltimento della batteria: l’esperto spiega come cambierà la nostra vita

7 giu 2022
antonio del prete
Economia
featured image
Le auto elettriche in Italia
featured image
Le auto elettriche in Italia

Roma, 7 giugno 2022 - Venti minuti nel migliore dei casi, almeno quattro volte il tempo che impiega un’auto tradizionale per fare rifornimento. Ma la ricarica della batteria non è l’unica incognita di un futuro che si preannuncia elettrico. Umberto Desideri, docente di Macchine termiche all’Università di Pisa, le mette in fila tutte. Caro noleggi, "non ci sono auto". Cosa sta succedendo nel mercato Stop auto inquinanti dal 2035. Europa divisa, l’Italia anche Professore, dal 2035 potremmo essere costretti ad acquistare solo auto green. Bastano 13 anni per arrivare pronti a questa rivoluzione? "Se vogliamo convertire tutto il parco auto attuale, no". Quando pensiamo alle auto elettriche, veniamo colpiti da ansia da autonomia. È una preoccupazione legittima? "Certo, il problema è pratico: se restiamo senza benzina, telefoniamo a un parente o a un amico, che poi ci viene in soccorso con una tanica piena. Se si scarica la batteria, invece, non c’è alternativa al carro attrezzi. Può persino capitare, in giornate da bollino nero, di ritrovarsi in coda in autostrada per ore sotto il sole: tenendo l’auto accesa per far funzionare l’aria condizionata, si rischia di restare fermi lì". C’è poi la questione dei tempi di ricarica. Sono compatibili con la nostra quotidianità? "No. Per fare benzina o gasolio impieghiamo una manciata di minuti, mentre per una ricarica veloce di energia elettrica servono tra i 45 e i 60 minuti. Sono tempi gestibili se cambiamo il modo di intendere l’uso dell’auto: bisogna passare da una mobilità personale basata sul possesso del mezzo all’idea di condivisione, al car sharing , insomma. In città è possibile, fuori porta meno". Molte delle colonnine attualmente installate, peraltro, sono del tipo a 3 chilowattora, il che significa ricariche lente. Si possono potenziare? "Sì, esistono delle colonnine ad alta potenza. Ma sono incompatibili con le fonti rinnovabili, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?