Al campus di Ravenna ecco i super manager della gestione delle coste. A due anni dalla nascita, nell’ambito del programma Erasmus Mundus, di Wacoma, l’unico master internazionale in Europa per la salvaguardia degli ambienti marini costieri e lagunari, si sono laureati infatti i primi 21 studenti, provenienti da 16 paesi del mondo. Water and Coastal Management è promosso a Ravenna dal dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali dell’Università di Bologna, ed è un punto di riferimento nel mondo per tutti gli studenti che vogliono acquisire le competenze necessarie a prevenire o mitigare i rischi di alterazioni correlate ai cambiamenti climatici.

Il corso di studi per l’anno accademico 20202021 conta 63 iscritti provenienti da 33 Paesi, che usufruiscono di borse di studio della Commissione Ue. I primi sei mesi si svolgono a Ravenna, seguono due settimane all’Università dell’Algarve e 5 mesi e mezzo all’Università di Cadice. Nel secondo anno ogni studente può scegliere il Paese dove completare gli studi. "Al termine del percorso – spiega Elena Fabbri, presidente del Campus di Ravenna – i manager sono capaci di prendere decisioni importanti, come valutare se sulla costa è possibile realizzare un parco naturale o costruire alberghi, pianificare le opere di difesa costiera, contrastare l’inquinamento. Molti problemi ambientali derivano infatti da una cattiva gestione del territorio".

I 21 super laureati hanno ora la possibilità di valutare diverse offerte di studio-lavoro in Europa, come per esempio Gunaalan Kuddithamby dello Sri Lanka che ha appena vinto un dottorato in Danimarca per svolgere studi sull’inquinamento delle acque dovute alle plastiche. Il brasiliano Luis Germano Biolchi, oceanografo laureato all’Università Federale di Rio Grande, sogna invece la carriera accademica: è arrivato primo in una selezione di dottorato, ma preferisce collaborare con Arpae, dove ha svolto la tesi di laurea su un innovativo sistema di allertamento costiero per la previsione dei fenomeni di mareggiata.