La Fieg chiede un incontro urgente al sottosegretario per l’Editoria, Giuseppe Moles, per affrontare i gravi problemi del settore e il recepimento della direttiva sul copyright. "L’editoria giornalistica nella crisi pandemica ha svolto un ruolo essenziale di servizio pubblico, garantendo ai cittadini un’informazione corretta. La crisi...

La Fieg chiede un incontro urgente al sottosegretario per l’Editoria, Giuseppe Moles, per affrontare i gravi problemi del settore e il recepimento della direttiva sul copyright. "L’editoria giornalistica nella crisi pandemica ha svolto un ruolo essenziale di servizio pubblico, garantendo ai cittadini un’informazione corretta. La crisi economica del settore – che si è ulteriormente aggravata – unita all’emersione di sentimenti minoritari ma diffusi di contrarietà e a volte di vero e proprio odio contro giornali e giornalisti, non può non generare un allarme sociale a cui il governo, le istituzioni e il Paese devono prestare massima attenzione". "A rischio è la stessa libertà di espressione che è saldamente ancorata all’esistenza della buona informazione prodotta e veicolata dalla editoria professionale di qualità – prosegue la nota –. Da recenti indagini risulterebbe che la mole di fake news diffuse dalla Rete ha superato la quantità di informazione corretta veicolata da media che hanno un editore, un direttore responsabile e giornalisti che rispondono penalmente e civilisticamente di quello che scrivono. È necessario per il bene di tutti tutelare il lavoro giornalistico e favorire la sostenibilità economica delle imprese che lo rendono possibile".

La Fieg "esprime solidarietà verso giornalisti, editori, esperti, medici, uomini delle istituzioni e della società civile, che sono stati e sono oggetto di attacchi violenti solo per avere svolto il proprio lavoro e chiede al governo, al parlamento e alle forze politiche interventi adeguati alla gravità dei problemi per garantire concretamente il diritto, previsto dall’articolo 21 della Costituzione, ad informare e ad essere informati".