AI via i bandi per le borse di studio ‘Women in Innovation’ ideate da Amazon per aiutare giovani donne provenienti da contesti meno avvantaggiati ad inserirsi nel mondo dell’innovazione e della tecnologia. Il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino e, da quest’anno, l’Università Tor Vergata di Roma hanno, infatti, pubblicato sui propri siti le modalità per candidarsi alle borse e la data di scadenza per la presentazione della domanda.

Al Politecnico di Milano possono partecipare al concorso le studentesse che abbiano sostenuto e regolarmente registrato in carriera almeno 20 cfu utili al conseguimento del titolo e che abbiano riportato una media pesata degli esami utili al conseguimento del titolo non inferiore a 2430. La domanda deve essere presentata entro il 13 marzo.

Al Politecnico di Torino per concorrere le candidate devono aver conseguito almeno 20 Cfu, utili al conseguimento del titolo, alla data del 29 febbraio 2020, e aver riportato una media pesata degli esami utili al conseguimento del titolo non inferiore a 2630. La scadenza della domanda è prevista per il 12 marzo, mentre la pubblicazione esiti avverrà entro il 12 maggio 2020.

All’Università Tor Vergata di Roma possono concorrere all’assegnazione della borsa di studio le studentesse che abbiano conseguito e regolarmente verbalizzato almeno 18 Cfu e che abbiano riportato una media pesata degli esami utili al conseguimento del titolo non inferiore a 2630. Le domande devono pervenire entro il 9 marzo e la pubblicazione degli esiti avverrà il 13 aprile.

‘Amazon Women in Innovation’ fa parte del progetto ‘Amazon in the Community’, a supporto della crescita delle nuove generazioni nel mondo digitale, e consiste in un finanziamento di 6.000 euro all’anno, per tre anni, a tre studentesse da altrettanti atenei italiani. Oltre a supportare economicamente le studentesse, Amazon metterà a disposizione un mentore per aiutare a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro, come, ad esempio, le tecniche per creare un curriculum efficace o affrontare un colloquio di lavoro.

«Con queste borse di studio stiamo cercando di fare la differenza per molte giovani donne che un giorno diventeranno leader nell’innovazione», ha commentato Mariangela Marseglia (nella foto), vp country manager di Amazon.it e Amazon.es.