18 mar 2022

Amazon finalizza l'acquisizione di MGM per 8,5 miliardi

Dopo mesi di trattative e verifiche l'accordo è cosa fatta: riguarda property come 'James Bond', 'Rocky' e 'The Handmaid's Tale'. Cosa cambia per gli abbonati

Scena dal film 'No Time to Die' - Foto: MGM/Eon Productions/Universal Pictures
Scena dal film 'No Time to Die' - Foto: MGM/Eon Productions/Universal Pictures

Annunciata ufficialmente a maggio del 2021, l'acquisizione del catalogo di MGM da parte di Amazon è stata finalizzata. Diventa dunque operativa a tutti i livelli, dopo che una serie di verifiche sono state portate avanti dagli organi competenti in materia di antitrust. Amazon ha messo nel piatto 8,5 miliardi di dollari e ora la piattaforma di streaming di Jeff Bezos ha a disposizione 4.000 film e 17.000 ore di serie TV e programmi televisivi. Alcuni titoli sono decisamente altisonanti: per esempio 'Il silenzio degli innocenti', 'Toro scatenato', 'Thelma & Louise', 'Stregata dalla luna' e poi le saghe cinematografiche di 'James Bond', 'Rocky', 'Lo Hobbit'. Senza scordare serie TV del calibro di 'Fargo' e 'The Handmaid's Tale'.

Ora che l'acquisizione è cosa fatta, seguiranno alcune riorganizzazioni aziendali per meglio gestire le due realtà produttive. Soprattutto ci si aspettano alcune conseguenze per gli abbonati di Amazon Prime Video. Intanto, avranno accesso in esclusiva al catalogo di MGM: è infatti politica comune raggruppare all'interno della propria piattaforma di streaming le serie TV e i film che sono disponibili anche su piattaforme rivali. Basta attendere che scadano i diritti di distribuzione e poi non rinnovarli: è quanto accaduto, per esempio, nel caso dell'inverso cinematografico dei supereroi Marvel, lentamente transitato in esclusiva su Disney+ (in precedenza era anche su Netflix).

Resta da capire se Amazon confermerà la logica distributiva seguita finora, in base alla quale fa uscire al cinema i suoi titoli prima di renderli disponibili online: vedi il secondo 'Borat' e 'One Night in Miami'. In assenza di comunicati ufficiali gli analisti non si sbilanciano. Non è escluso che l'arrivo nelle sale riguarderà solamente i film di maggiore richiamo.

Il dato di fatto è che Amazon Prime Video consolida la propria posizione nel mercato dei contenuti in streaming, accanto ai colossi Netflix e Disney+. Una mossa coerente con i recenti, grossi investimenti nella produzione audio-video. Su tutti quelli enormi messi in campo per la serie TV ispirata agli scritti di J. R. R. Tolkien, che si intitola 'Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del potere' ed è attesa in streaming a partire dall'inizio di settembre 2022.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?