I crediti delle società aeroportuali verso Alitalia superano i 100 milioni. A riferirlo è Assaeroporti al termine della riunione del consiglio direttivo che ha valutato con estrema preoccupazione, sottolinea l’associazione in una nota, la situazione debitoria di Alitalia in amministrazione straordinaria nei confronti delle società aeroportuali. "I pagamenti effettuati nelle ultime settimane sono largamente insufficienti – afferma Assaeroporti – rispetto all’ammontare dei crediti ancora vantati dagli aeroporti, che supera i 100 milioni di euro".

E dal 1 gennaio 2022 i 1.322 lavoratori di Air Italy rischiano di essere licenziati. La cassa integrazione terminerà il 31 dicembre prossimo e con l’anno nuovo dovrebbero usufruire dell’indennità mensile di disoccupazione.