Aeromobile Alitalia (Imagoeconomica)
Aeromobile Alitalia (Imagoeconomica)

Roma, 21 novembre 2019 - Il consorzio che dovrebbe dar vita alla nascita della nuova Alitalia per ora non parte. Nel giorno dal termine indicato dal governo per la presentazione delle offerte vincolanti, Fs, pur "confermando la disponibilità a proseguire le negoziazioni per il costituendo consorzio" afferma che "ad oggi non sono maturate le condizioni". La palla a questo punto, dopo il passo indietro di Atlantia, torna ai commissari e quindi al governo.

Il ministro Stefano Patuanelli, titolare del dossier, nella giornata di ieri, ha dichiarato che ci sono le condizioni per un parziale ottimismo. Sulla stessa linea il ministro dei Trasporti Paola De Micheli: "Lufthansa ha un approccio più morbido, il tema vero è che ci aspettiamo nei prossimi giorni una risposta dal consorzio che deve avere un partner industriale, Lufthansa o Delta. Siamo con un po' di realismo ragionevolmente ottimisti e positivi sulla chiusura positiva della vertenza".

A questo punto appare scontata l'ottava proproga e si spera che la faccenda possa chiudersi entro la fine di marzo del 2020. Dal canto suo, Fs conferma che "state esaminate le comunicazioni inviate nei giorni scorsi da Delta, che ha confermato la disponibilità a partecipare all'equity della nuova compagnia, nonchè la lettera trasmessa da Lufthansa nei giorni scorsi, che ha prospettato la disponibilitaà ad un accordo commerciale, ma non ad un ingresso immediato nell'equity della nuova Alitalia". "Atlantia - scrive ancora Ferrovie - ha reso noto che allo stato non si sono ancora realizzate le condizioni necessarie per l'adesione al progetto, ferma la disponibilità a proseguire il confronto per l'individuazione del partner industriale".