Gli oltre 70 miliardi di dollari raggiunti nella maratona dello shopping online della ‘Giornata dei single’ (11-11) avrebbero dovuto far schizzare in Borsa i titoli Alibaba, il colosso cinese dell’e-commerce. Invece, a Hong Kong la società co-fondata da Jack Ma (foto) ha accusato un’altra giornata drammatica vedendo le sue azioni crollare del 9,8%. Dopo il blocco da parte di Pechino dell’Ipo dei record di Ant Group, la fintech compagny di Alibaba, Ma ha dovuto fare i conti con un altro brutto colpo. La State Administration for Market Regulation, l’Antitrust cinese, ha annunciato la presentazione delle bozze di una serie di linee guida "per frenare i comportamenti monopolistici attivi sulle piattaforme online" aperte ai commenti pubblici fino al 30 novembre.