Air Italy (foto Imagoeconomica)
Air Italy (foto Imagoeconomica)

Roma, 11 febbraio 2020 - Gli azionisti di Air Italy, Alisarda e Qatar Airways attraverso AQA Holding, a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà del mercato - comunica una nota - hanno deciso all'unanimità di mettere la società Air Italy in liquidazione in bonis. Voli solo fino al 25 febbraio. "Air Italy lavorerà per ridurre al minimo il disagio per i passeggeri". I voli - si legge - sino al 25 febbraio saranno operati agli orari e nei giorni previsti da altri vettori mentre i passeggeri che hanno prenotato voli in partenza in date successive saranno riprotetti o rimborsati integralmente.

Inoltre Air Italy continuerà a "garantire - prosegue la nota - i servizi contrattualizzati con il Ministero della difesa e gli oneri di servizio pubblico, per tutta la durata degli impegni assunti. Alisarda e Qatar Airways, soci rispettivamente al 51% e 49% della controllante di Air Italy, AQA Holding, si sono impegnati a garantire il pagamento di tutti i creditori, inclusi i fornitori di servizi aeroportuali".

Air Italy ha reso noto che "il professor Enrico Laghi e il dottor Franco Lagro hanno accettato l'incarico di liquidatori e assunto pieni poteri con efficacia immediata". I liquidatori definiranno in "tempi brevi - è scritto nella nota della compagnia aerea - il piano di liquidazione".

In una lettera ai dipendenti, il presidente di Air Italy, Roberto Spada, sottolinea che "gli azionisti, hanno continuato ad investire, fino a poche settimane fa, le risorse necessarie per assicurare e supportare le attività dell'azienda". Tuttavia, "a causa del perdurare delle difficili e strutturali condizioni di mercato nelle quali la compagnia sta operando", sottolinea Spada, "non sussistono più le condizioni per il prosieguo delle attività dell'azienda". La liquidazione in bonis prevede la nomina di due liquidatori, "nomina che avverrà nelle prossime ore", aggiunge. "I liquidatori avranno il mandato di far fronte a tutte le passività sin qui maturate e fra queste, ovviamente, quelle maturate e che matureranno verso i dipendenti", sottolinea il presidente della società. Nel frattempo, "per motivi di sicurezza e a tutela sia degli equipaggi che di tutti i passeggeri, a partire da oggi è in atto il fermo tecnico dei voli". E conferma che "è in corso di attuazione un piano volto alla riprotezione dei passeggeri". "E' stata senza dubbio una scelta difficile presa congiuntamente dagli azionisti", conclude Spada. 

La ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha chiesto un incontro urgente invitando la società a sospendere ogni decisione. Domani tavolo al Mise convocati Regione Sardegna e i vertici della compagnia. "La decisione della compagnia Air Italy di liquidare la società è gravissima e comporta ripercussioni sui viaggiatori e sul traffico aereo nel nostro Paese. Il ministero adotterà tutte le misure possibili per garantire i diritti dei passeggeri e i collegamenti fino ad oggi coperti dalla compagnia", ha affermato De Micheli in una nota dell'Enac. "Vigileremo inoltre con la massima attenzione sugli impegni presi dalla società dopo l'assemblea dei soci", aggiunge. 

Intanto Qatar Airways fa sapere che era pronta a fare la "propria parte nel sostenere il rilancio e la crescita della compagnia aerea, ma ciò sarebbe stato possibile esclusivamente solo con l'impegno di tutti gli azionisti".