7 feb 2022

Parmigiano Reggiano, tre pilastri sostenibili per presente e futuro

La strategia del Consorzio del Parmigiano Reggiano

lorenzo frassoldati
Economia
PIÙ FORTI DELLA PANDEMIA «Dal punto di vista del mercato e della produzione – commenta il presidente del Consorzio, Nicola Bertinelli (a sinistra) – la filiera ha risposto bene a questa fase»
Il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Nicola Bertinelli

I ricavi salgono a 56 milioni di euro (contro i 51,8 del 2021 e i 38,4 del 2020), di cui 31 milioni sono stati destinati alle attività di marketing e comunicazione. Il consorzio del parmigiano reggiano riparte nel 2022 con una strategia che poggia su tre pilastri: creazione di nuovi spazi di mercato anche all’estero, riduzione del contributo ordinario per i produttori (da 7 euroforma a 6 euroforma) e un nuovo accordo per la regolazione dell’offerta 2023-25. e proseguono gli investimenti sul benessere animale e sostenibilità della filiera e qualità del prodotto. sono le linee guida approvate dall’assemblea generale dei consorziati per l’approvazione del bilancio preventivo 2022. Nel dettaglio. Sul totale di 56 milioni di euro, 15,8 milioni andranno a coprire i costi di funzionamento del Consorzio mentre le risorse destinabili alle attività sono – al netto degli accantonamenti, ammortamenti e tasse – 40,2 milioni di euro. Gli investimenti per azioni di marketing e comunicazione sono pari a 31 milioni di euro con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo della domanda in Italia ed all’estero. Relativamente agli investimenti promozionali, una decisa accelerazione è rivolta al pilastro del Piano Marketing "mercati esteri" con investimenti per 11,9 milioni euro (contro i 9 milioni del 2021), ed i restanti 19,1 milioni di euro sono stati destinati agli altri sei pilastri per Piano marketing legati ad attività orizzontali, allo sviluppo del marchio ed alla campagna pubblicitaria in Italia. Investimenti per 3 milioni sono destinati al programma "Premium 40 Mesi" per sostenere il segmento del Parmigiano Reggiano a lunga stagionatura: oltre alla prosecuzione dei plafond di produzione 2018, 2019, 2020, il progetto si amplia con 50.000 forme dei lotti di produzione II e III 2021. Nel 2022 sono stati inoltre stanziati 3 milioni di euro per progetti di miglioramento del benessere animale e della sostenibilità. Infine, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?