Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 mar 2022

La Cina è vicinissima, Ieg sbarca a Shenzen

14 mar 2022
featured image
Il presidente, Lorenzo Cagnoni
featured image
Il presidente, Lorenzo Cagnoni

IL SIGEP arriva in Cina. Primo appuntamento a Shenzen nel 2023. Al salone che si tiene in Fiera a Rimini in questi giorni sarà presentato il primo step dell’accordo tra Italian Exhibition Group e Koelnmesse. L’obiettivo del grande salone della gelateria, pasticceria, panificazione e caffè è portare in Asia il meglio del foodservice dolce. Ciò grazie alla partnership strategica tra Italian Exhibition Group e Koelnmesse. In base a quanto stabilito nei mesi scorsi con un memorandum d’intesa, il Sigep, ovvero la manifestazione di IEG che rappresenta il meglio del made in Italy per le filiere di gelato, pasticceria e panificazione artigianali, cioccolato e caffè, si amplierà sia su location mondiali dove sono in calendario edizioni di Anuga, sia verso nuovi mercati con potenzialità per entrambe le fiere.

Alla fiera di Rimini, in occasione della 43esima edizione del Salone, sarà presentata la prima tappa di questa nuova, importante occasione di business per tutto il mondo del foodservice dolce. Interverranno il CEO di IEG, Corrado Peraboni, e il presidente e CEO Koelnmesse GmbH, Gerald Böse, che terranno a battesimo Sigep China, l’expo internazionale della Cina Meridionale dedicata al gelato, panificazione, caffè in programma nel 2023 a Shenzhen, al World Exhibition & Convention Center. Un ulteriore elemento che sottolinea la crescente importanza di internazionalizzazione del Salone che guarda al mondo. La manifestazione anche quest’anno accoglierà numerose delegazioni di buyer in arrivo dal continente americano ed europeo, dalle aree del Mediterraneo e del Golfo, oltre che da Sud Est Asiatico ed Asia Centrale. In tutto saranno oltre 300 i buyer provenienti da più di 70 paesi presenti in Fiera. In questi giorni sono stati fissati 3.500 incontri.

La 43° edizione di Sigep riunirà le business community della filiera, diventando hub internazionale ed incubatore di innovazione e nuovi trend per lo scenario globale. I dati relativi all’export di settore mostrano come nel 2021 il made in Italy di alimentare e bevande ha segnato un aumento del 12,2% rispetto al 2019.

Andrea Oliva

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?