Addio a Maria Teresa Lavazza (nella foto), vedova di Emilio, ex presidente dell’azienda torinese del caffè, e mamma di Giuseppe e Francesca, rispettivamente vicepresidente e membro del board del gruppo. Avrebbe compiuto 83 anni il prossimo 19 dicembre. Da anni fortemente impegnata in attività sociali e...

Addio a Maria Teresa Lavazza (nella foto), vedova di Emilio, ex presidente dell’azienda torinese del caffè, e mamma di Giuseppe e Francesca, rispettivamente vicepresidente e membro del board del gruppo. Avrebbe compiuto 83 anni il prossimo 19 dicembre. Da anni fortemente impegnata in attività sociali e umanitarie, dal 1997 ha ricoperto la carica di Presidente dell’Adisco - Sezione Piemonte, l’Associazione donatrici italiane sangue e cordone ombelicale.

La sezione piemontese dell’associazione, sotto la sua guida, in oltre venti anni di attività, ha raggiunto molti risultati, oltre ad aver promosso la cultura della donazione del sangue cordonale e favorito la ricerca scientifica sull’utilizzo delle cellule staminali per la cura di malattie degenerative.

Appassionata giocatrice di bridge, nel 1980 ha costituito il "Team Lavazza", di cui è diventata il capitano e con il quale ha vinto numerosi tornei in tutto il mondo. Nel 2000 è stata nominata dalla FIGB Commissario Tecnico e Capitano della Nazionale Open, in occasione delle Olimpiadi di Maastricht, vinte dagli Azzurri.

"È un giorno triste per il Piemonte – ha dichiarato il presidente della Regione Alberto Cirio – . La nostra regione e l’Italia perdono una donna speciale, a cui dobbiamo molto. Perché quando una intera famiglia è così presente per il proprio territorio significa che sono le radici ad averglielo insegnato, fin da bambini".

Per il sindaco di Torino, Chiara Appendino, la città "ricorderà con affetto il lavoro e l’impegno di Maria Teresa Lavazza per l’intera comunità".