L’ingresso nella mobilità elettrica è la testimonianza di una trasformazione in atto. Acea Energia – società del Gruppo Acea, multiutility di riferimento per il Centro-Sud Italia – sta allargando il proprio raggio d’azione, uscendo dal ruolo di ‘semplice’ fornitore di energia e gas. L’obiettivo è dichiarato: offrire servizi a valore aggiunto che rispondano a nuove esigenze e a target di clientela più ampi. La mobilità elettrica è importante, in tal senso, anche perché è una delle leve strategiche che caratterizzeranno il processo di transizione energetica in Italia da qui al 2030.

Acea Energia punta con forza su questo settore, in un percorso già avviato da tempo e che vedrà sviluppi futuri sempre più consistenti. "Nei prossimi anni – spiega Valerio Marra, presidente della società – investiremo in maniera importante nell’e-mobility con l’obiettivo di diventare uno dei principali player". L’obiettivo – come previsto anche dal piano industriale 2020-2024 di Acea – è un ampio sviluppo su scala nazionale sia in ambito commerciale sia in ambito operativo e tecnologico.

"La nostra società Acea Innovation – aggiunge Marra – è molto attiva nella realizzazione di un piano sfidante che vede al 2024 la realizzazione di 2.200 colonnine, con particolare focus sul territorio del comune di Roma. Nell’ambito del piano per la mobilità di Roma Capitale sono stati recentemente approvati alcuni progetti da noi proposti, che prevedono in questa prima fase la realizzazione di più di 100 colonnine. Ma guardiamo con interesse anche al di fuori del territorio della capitale". Il progetto è di più ampio respiro e può diventare un riferimento a livello nazionale nel processo della transizione energetica. Anche attraverso la mobilità elettrica e con una attenzione alta ai temi dell’efficienza energetica e all’economia circolare. Tutto questo avviene "in coerenza con gli obiettivi del Green deal europeo e con i valori del nostro gruppo che guarda con molta attenzione alla sostenibilità anche con un importante impegno in termini di investimenti".

L’implementazione sarà portata avanti da Acea Innovation, il cui ruolo nello sviluppo di tali scenari strategici è cruciale: si tratta della società del gruppo che si occupa dell’ideazione, realizzazione e commercializzazione di prodotti e servizi altamente innovativi; nell’ambito della e-mobility, Acea Innovation ha appena assorbito ‘Electric Drive Italia’, realtà specializzata nel campo della progettazione e realizzazione di piattaforme gestionali Ict per l’erogazione di servizi per la mobilità elettrica.

La missione di Acea Innovation è quella di "costruire per i clienti retail e business servizi e prodotti da usare nella vita di tutti i giorni con soluzioni semplici e di facile applicazione". Le infrastrutture di ricarica erogano energia prodotta esclusivamente da fonti 100% rinnovabili con due diverse tecnologie, una a corrente alternata (‘Quick’, per una ricarica standard) e l’altra a corrente continua (‘Fast’, per una ricarica più veloce). E allora la strada è tracciata: puntare a crescere nei business di riferimento e in particolare nell’economia circolare, nelle smart grid e nell’efficienza energetica. In sostanza, contribuire in modo decisivo alla svolta green del Paese.

Marco Principini