16 aprile 2018 - Parte oggi la stagione della dichiarazione dei redditi 2018, che da questa mattina potrà essere visionata online da più di 30 milioni di contribuenti e dai soggetti delegati. L'Agenzia delle Entrate ha predisposto circa 20 milioni di modelli 730 precompilati e 10 milioni di modelli Redditi, corredati di tutte le informazioni e dalle relative fonti. Da quest'anno inoltre, accedendo alla precompilata 2018 o al cassetto fiscale, i cittadini che hanno presentato la dichiarazione dei redditi nel 2017 potranno sapere come le proprie imposte sono state utilizzate dallo Stato per la sanità pubblica, previdenza, istruzione, sicurezza, trasporti e così via. Di seguito, una breve guida al 730 precompilato e al modello Redditi con le novità, dalla scadenza alla compilazione assistita, e le istruzioni 'per l'uso'. 

730 precompilato 2018: scadenza, rimborsi e detrazioni. La guida completa - di ACHILLE PEREGO 

Dichiarazione dei redditi 2018, 730 al via: guida agli sconti del Fisco

Per la prima volta sarà anche disponibile una modalità di 'compilazione assistita' dei dati relativi agli oneri detraibili e deducibili da indicare nelle sezioni I e II del quadro E, anche per le spese sostenute per i familiari a carico. Tramite l'opzione di compilazione assistita sarà infatti più semplice e immediato modificare il proprio 730 e inserire nuovi documenti di spesa non presenti oppure modificare, integrare o cancellare i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi. I dati aggiunti o rettificati saranno poi automaticamente inseriti nel quadro E.

QUANDO INVIARE LA DICHIARAZIONE - Novità anche sul fronte del calendario e delle scadenze, visto che da quest'anno sarà possibile compilare e inviare Il 730, anche nella forma precompilatadal 2 maggio al 23 luglio. Anche il modello Redditi può essere modificato dal 2 maggio, ma lo si potrà trasmettere solo a partire dal 10 maggio e fino al 31 ottobre. 

COME ACCEDERE ALLA PRECOMPILATA - I contribuenti possono accedere alla propria dichiarazione precompilata tramite il Sistema pubblico per l'identità digitale (SPID), utilizzando le credenziali per i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, con l'apposito pin rilasciato dall'Inps, con le credenziali di rilasciate dal Sistema Informativo di gestione e amministrazione del personale della pubblica amministrazione (NoiPA) oppure utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi. Inoltre, resta sempre possibile rivolgersi a un Caf o delegare un professionista. 

Vitalizi, Boeri: "Il ricalcolo vale 150 milioni l'anno"

Molte le novità in arrivo anche sul fronte di agevolazioni, rimborsi e detrazioni, di seguito le più importnati:

ASILI E SCUOLE PRIVATE - Aumenta a 717 euro la soglia per la detrazione al 19% delle spese sostenute per l'iscrizione a scuole d'infanzia, elementari,medie e superiori.

AFFITTI BREVI -  Da quest'anno la 'cedolare secca' si estenderà anche agli affitti brevi sotto i 30 giorni, ma solo per i contratti stipulati dal primo giugno 2017. La dichiarazione dei redditi terrà inoltre conto dell'arrivo, sempre da giugno, della ritenuta del 21% che viene fatta dagli intermediari (anche quelli dei portali on line come Airbnb) sugli affitti brevi.

SISMA-BONUS - Aumentano gli sconti sulle operazioni di messa in sicurezza contro i terremoti, ma solo in presenza di un miglioramento della classe di rischio. La detrazione del 50%, da spalmare in 10 anni, sale al 70% se si scende di una classe di rischio e all'80% se il calo è di due 'gradini'. Più alti ancora gli sconti, rispettivamente del 75 e 85%, se i lavori riguardano edifici condominiali. Si considerano anche le spese fatte per la classificazione e la verifica sismica.

ECOBONUS - Rimane la detrazione del 65% in 10 rate annuali per gli interventi di efficentamento energetico delle abitazioni. Lo sconto sale al 70% nel caso di interventi sull'involucro del palazzo e al 75% per quelli che migliorano la prestazione energetica superando alcuni standard.

WELFARE AZIENDE E PREMI RISULTATO -  Sale da 2.000 a 3.000 euro il limite dei premi di risultato da assoggettare a tassazione agevolata. Il limite è innalzato a 4.000 euro se l'azienda coinvolge pariteticamente i lavoratori nell'organizzazione del lavoro.

UNIVERSITÀ E DISTANZE - Il requisito della distanza di 100 chilometri, previsto per fruire della detrazione del 19% sugli affitti pagati dagli studenti universitari, è ora valido anche se l'Università è situata all'interno della stessa provincia ed è ridotto a 50 chilometri per gli studenti residenti in zone montane o disagiate.ù

ALIMENTI 'SPECIALI'  Sono detraibili le spese sostenute per l'acquisto di alimenti a fini medici previsti da un'apposita tabella del ministero della Sanità che riguarda - ad esempio - i ciliaci.

ADDIO CONTRIBUTO DI SOLIDARIETÀ - Scompare il prelievo del 3%, il 'contributo di solidarieta', introdotto dal governo Monti sui redditi superiori a 300 mila euro.

ART.BONUS - Dal 27 dicembre 2017 l'art bonus si estende anche per le donazioni a istituzioni concertistico-orchestrali, a teatri nazionali e di rilevante interesse culturale, ai festival, ai centri di produzione teatrale e di danza.

5 PER MILLE - Da quest'anno è possibile destinare una quota pari al cinque per mille della propria imposta sul reddito a sostegno degli enti gestori delle aree protette.

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI -  Per conoscere tutti i dettagli e ricevere più informazioni,  L'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un sito internet, all'indirizzo https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it, dove sono presenti tutte le indicazioni utili, una guida per l'invio della dichiarazione, un elenco delle novità di quest'anno, le date e le scadenze da ricordare e le risposte alle domande più frequenti. Inoltre, sono sempre disponibili i numeri dell'assistenza telefonica: 848.800.444 da rete fissa, 06 966.689.07 da cellulare e +39 06.966.689.33 per chi chiama dall'estero, operativi dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17, e il sabato dalle 9 alle 13.