Premio Nobel per la Letteratura al francese Patrick Modiano (AFP)
Premio Nobel per la Letteratura al francese Patrick Modiano (AFP)

Roma, 9 ottobre 2014 - Lo scrittore francese Patrick Modiano ha vinto il Nobel 2014 per la Letteratura. Autore, tra l'altro, di L'orizzonte (Einaudi), Fiori di Rovina (Lantana) e Riduzione di Pena (Lantana). Modiano, 69 anni, ha radici italiane, in quanto il padre era un ebreo francese originario della penisola.

Nella motivazione dell'Accademia di Svezia, si legge che il premio è stato attribuito a Modiano "per l'arte della memoria con cui ha evocato gli aspetti più insondabili dei destini umani e ha svelato l'universo dell'occupazione". Nato a Boulogne-Billancourt, Modiano è uno dei più importanti narratori francesi contemporanei. 

Il presidente dell'accademia svedese, Peter Englund ha detto alla televisione pubblica svedese che l'accademia dei Nobel non è riuscito a raggiungere telefonicamente Modiano prima dell'annuncio del premio. Ma una volta raggiunto dalla notizia che lo riguardava Modiano ha naturalmente detto di essere "felicissimo" . Lo ha riferito l'editore Antoine Gallimard che ha chiamato lo scrittore al telefono. "Gli ho fatto gli auguri e con la sua consueta modestia, mi ha detto, 'strano', ma era molto felice. Per noi - ha detto l'editore - è una profonda sorpresa e un giorno meraviglioso"..

Modiano succede alla scrittrice canadese Alice Munro, e vince 8 milioni di corone (878.000 euro).

SCHEDA - Patrick Modiano, vincitore del premio Nobel per la letteratura 2014, francese classe 1945, è nato nel sobborgo parigino di Boulogne-Billancourt da Albert, ebreo francese di origini italiane e Louisa, attrice belga di etnia fiamminga, radici che hanno avuto una forte influenza sulla sua poetica. Si diploma al Liceo Henri IV di Parigi e tra i suoi professori c'è Raymond Queneau, amico della madre, che lo presenterà al suo primo editore, Gallimard. Dopo il liceo sceglie di non proseguire gli studi. Il suo primo romanzo, 'La place de l'Etoile', esce nel 1967, e gli vale il premio Roger Nimier. Nel 1978 vince il prestigioso premio Goncourt con 'Rue des boutiques obscures'. Diventa documentarista per Carlo Ponti e paroliere per Françoise Hardy. 

Altre sue opere importanti sono 'Dora Bruder' (1978) e 'Un pedigree' (2005). I romanzi di Modiano, ambientati quasi tutti nella Parigi occupata dai nazisti, prediligono la figura dello straniero, dell'esule, dell'ebreo, così come le tematiche della memoria, dell'identità e dell'Olocausto, con influenze esistenzialiste e rievocative. Centrale è, spesso, l'ambigua figura del padre, che, arrestato nel 1943, riuscì a sfuggire alla deportazione grazie a oscuri rapporti con i carnefici. Nel 2012 Modiano ha vinto l'Austrian State Prize for European Literature. Il suo ultimo romanzo è 'Pour que tu ne te perdes pas dans le quartier' (2014).