28 mar 2022

Zanzare, come sarà l'estate. "Ecco cosa le può scatenare"

In questi giorni il meteo decide se avremo il boom nella bella stagione. Il biologo: "Così ci facciamo aiutare dai satelliti"

Roma, 28 marzo 2022 - Zanzare già in azione: dovremo fare i conti con una bella stagione critica? "Si decide tutto in questo periodo, con le larve - spiega il biologo Fabrizio Montarsi, dirigente dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie -. Se piove e resta caldo, probabilmente ci aspetta un'estate con più zanzare. Quello che succede in primavera, influenza tutta la stagione".

Approfondisci:

Zanzare, chi pungono e cosa le attira. Gli errori da evitare

Zanzara giapponese in Italia: cosa la attira e come difendersi dall'invasione

Sarà peggio dell'anno scorso?

In Friuli Venezia Giulia, una delle regioni dove è stata accertata la presenza di zanzara giapponese e coreana, sono già state identificate le larve delle specie più pericolose, capaci di adattarsi anche a temperature più basse. Sono state trovate ad esempio nei bidoni degli orti. Non ancora segnalata, invece, la presenza degli adulti.  "Le zanzare che ci pungono in questo periodo sono le Culex - spiega il biologo -. Sono rimaste nascoste nelle nostre case durante l'inverno e ora si svegliano dal letargo. Quest'anno il fenomeno è in anticipo perché fa più caldo. Ma tutto dipenderà dalla pioggia. In assenza di precipitazioni, il clima per loro non è favorevole".

Zanzara coreana, una larva (Istituto Zooprofilattico delle Venezie)
Zanzara coreana, una larva (Istituto Zooprofilattico delle Venezie)

La mappa delle zanzare e i satelliti

Ma è possibile arrivare a una mappa che possa tracciare la presenza delle zanzare? Insomma prevedere dove e quando si concentraranno? Ad esempio per studiare campagne efficaci e prevenire le malattie che portano? Ci sta provando un progetto europeo, capofila l’Osservatorio Nazionale di Atene, partner l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, la Fondazione Edmund Mach e l'Università di Trento. Spiega Montarsi: "Sono stati usati i dati dei satelliti per elaborare modelli matematici e rispondere proprio a queste domande". Tra le variabili: temperatura, umidità, presenza di acqua, vegetazione, precipitazioni. Tutti indizi che ci portano dritti a loro, le nemiche delle nostre estati.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?