I fratelli Gabriele (S) e Marco Bianchi in una immagine tratta da Facebook (Ansa)
I fratelli Gabriele (S) e Marco Bianchi in una immagine tratta da Facebook (Ansa)

Roma, 11 settembre 2020 - La procura di Velletri, sulla base degli accertamenti autoptici, ha cambiato capo imputazione per i 4 arrestati per l'omicidio di Willy Monteiro Duarte: da omicidio preterintenzionale in omicidio volontario aggravato dai futili motivi. A determinare il cambio, più grave, di ipotesi di reato è stata la relazione che il medico legale Saverio Potenza ha consegnato al magistrato. Nella consulenza autoptica, infatti, Potenza ha parlato senza mezzi termini di "colpi assestati e non casuali". Willy, insomma, è deceduto per i violentissimi colpi inferti dagli aggressori che hanno agito - è questa adesso l'ipotesi di chi indaga - con la consapevolezza di provocare lesioni mortali.

Intanto, almeno cinque nomi sono stati messi a disposizione della procura di Velletri dai difensori dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi. Si tratta di persone che erano presenti la notte tra sabato e domenica scorsa, nella zona della movida di Colleferro, e hanno assistito al pestaggio di Willy. Secondo quanto si è appreso, all'esame dei magistrati ci sarebbe anche Omar S., un giovane che nelle ore successive ai fatti ha pubblicato su Facebook, per poi cancellarli, due post in cui si diceva pronto a raccontare "la verità". 

Sul fronte delle indagini, potrebbe risultare prezioso, nel ricostruire tutte le fasi che hanno preceduto il pestaggio del 21enne, il racconto di tre ragazze che quella sera avrebbero trascorso alcune ore con i fratelli Marco e Gabriele Bianchi e con un loro amico. Le ragazze, stando alla versione dei due indagati, si trovavano nel pub e si sono allontanate con i fratelli Bianchi nella zona "del cimitero". Lì, in base a quanto affermato sempre dai due arrestati davanti al gip, si sarebbero appartate con loro per consumare un rapporto sessuale. Gli indagati non hanno saputo riferire il nome delle giovani. Secondo quanto si apprende, al momento le tre non sono state ancora identificate dagli inquirenti.

I funerali di Willy si terranno domani, alle 10, presso il Campo Sportivo Comunale 'Piergiorgio Tintisona' e, da quanto si apprende, sarà presente anche il premier Giuseppe Conte.

Chiusa palestra frequentata dai fratelli Bianchi

Cinque giorni di chiusura per la palestra Millennium Sporting Center di Lariano, frequentata da Marco e Gabriele Bianchi, i due fratelli arrestati insieme a Francesco Belleggia e a Mario Pincarelli per l'omicidio di Willy Monteiro Duarte. Il provvedimento è successivo ai controlli amministrativi effettuati ieri dagli agenti della divisione Polizia amministrativa e sociale e del commissariato Velletri, insieme ai Carabinieri del Nas e del nucleo operativo tutela del lavoro insieme al personale ispettivo della Asl Roma 6. Gravi le violazioni rilevate nel complesso sportivo di via Cerreta: sono al vaglio ulteriori contestazioni relative a diverse violazioni riscontrate in materia di sicurezza igienico-sanitaria e concernenti la sicurezza dei luoghi di lavoro. E' stata poi rilevata la presenza di alcuni lavoratori irregolari, di cui dovranno rispondere le quattro società che gestiscono tutte le attività lì praticate.    Così come violazioni alla normativa antincendio per carenze sulle uscite di sicurezza e presenza di dispositivi antincendio (estintori scaduti e manichette idranti non funzionanti); malfunzionamento dell'impianto di estrazione ed immissione di aria; Dvr non aggiornati con le misure di prevenzione Covid 19; presenza di 2 lavoratori in nero. Sono peraltro in corso ulteriori accertamenti per quanto riguarda la posizione dei 4 lavoratori, nonché verifiche in materia edilizia, dal momento che nel corso dell'ispezione è sopraggiunto anche personale dell'Ufficio Tecnico del Comune di Lariano, che ha riscontrato alcune difformità strutturali rispetto al progetto iniziale. Si attendono, poi, gli esiti sulla salubrità dell'acqua delle piscine, essendo stati effettuati anche i prelievi per la ricerca di eventuale presenza di legionella.