24 feb 2022

Von der Leyen: ci affrancheremo dal gas russo

Ursula von Der Leyen, 63 anni
Ursula von Der Leyen, 63 anni
Ursula von Der Leyen, 63 anni

Un vertice d’emergenza dei leader europei per fare il punto prima di una nuova, possibile, escalation. A Bruxelles, con il passare delle ore, aumenta il timore che il riconoscimento delle repubbliche di Donetsk e Luhansk sia solo il primo passo di un’operazione di ben più vasta portata da parte di Mosca. L’obiettivo dell’Ue è duplice: ipotizzare nuove sanzioni nel caso in cui i militari russi oltrepassino la linea che separa Donbass e Ucraina e cominciare a preparare le contromisure necessarie se la crisi si aggraverà. Contromisure economiche, innanzitutto. "Mosca ha strumentalizzato l’energia, noi siamo determinati a non essere più dipendenti dal gas russo", ha sottolineato Ursula von der Leyen con al suo fianco il premier di uno dei principali alleati energetici dell’Ue: la Norvegia. L’Europa, insomma, si prepara a entrare nel mare aperto del conflitto. La prova dell’unità, sul primo pacchetto di sanzioni, è stata superata. Ma quale sarà la reazione dell’Ue se i tank russi si avvicineranno a Kiev? "Siamo preparati a sanzioni ancora più dure", è l’avvertimento lanciato dall’Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell.

E nel frattempo gli Usa hanno deciso di imporre dure sanzioni sul Nord Stream 2 (il secondo gasdotto che collega Russia e Germania, in realtà ancora fermo): "Ora è un pezzo di ferro in fondo al mare", ha commentato il dipartimento di Stato Usa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?