Brumotti a Bologna col megafono, altra aggressione a Roma (Fotoschicchi)
Brumotti a Bologna col megafono, altra aggressione a Roma (Fotoschicchi)

Roma, 2 dicembre 2017 - Non c'è pace per Vittorio Brumotti e la sua troupe, dopo le due aggressioni in Montagnola a Bologna, l'inviato di 'Striscia la Notizia' ha dovuto fare i conti con due colpi di pistola, il lancio di un mattone, che ha ferito un cameraman, e minacce di morte a lui e ai suoi collaboratori.

L'aggressione è avvenuta oggi pomeriggio a Roma ancora per un'inchiesta sulla droga. Brumotti stava documentando lo spaccio di droga nel quartiere San Basilio (via Carlo Tranfo, angolo con via Luigi Gigliotti), che avviene alla luce del sole. 

Avvicinato da una persona che voleva vendergli della cocaina, o altre droghe, Brumotti col megafono ha iniziato la sua campagna contro gli spacciatori. Dalle case popolari subito si sono levate urla, insulti e minacce. Più tardi, verso le 16.15, sceso dal suo furgone, Brumotti ha sentito sparare due colpi di arma da fuoco, di seguito una persona in passamontagna è corsa verso di lui e la sua troupe lanciando un mattone, e ferendo a una gamba uno dei cameraman. Di riflesso Brumotti e la troupe sono saliti sul furgone e si sono allontanano dal quartiere.