Giampaolo

Pioli

Molti sanno che Joe Biden e la moglie Jill hanno trascorso la festa del ringraziamento sull’Isola di Nantucket ospiti nella villa del miliardario David Rubinstein. Il presidente ha pagato solo il tacchino farcito. La sua vice Kamala Harris invece qualche giorno fa a Parigi ha comprato una bellissima pentola di rame nel famoso Dehillerin Cookware Shop, come regalo per il marito avvocato nella speranza che impari a cucinare. Kamala ha speso per la pentola più di 500 dollari di tasca propria. Biden invece avrà tempo fino a maggio per dichiarare allo speciale comitato etico se il soggiorno a Nantucket era gratuito, e quindi dovrebbe essere trattato come un regalo, oppure verrà rimborsato al valore di mercato al proprietario della villa.

La polemica, nei siti della destra e nei club moralisti e negazionisti che pensano ancora che Donald Trump ha vinto le elezioni del 2020 e che Biden le ha rubate, è vivace e deprimente insieme. Viene presentata come uno schiaffo alla povertà da parte del ticket della Casa Bianca. Credo che Joe Biden non stia brillando come presidente degli Stati Uniti e Kamala Harris nemmeno come sua vice. Sembrano entrambi prigionieri di un Partito democratico litigioso e diviso fino all’autolesionismo. I social della destra estrema e tanti repubblicani, si nascondono invece dietro una pentola di rame e un tacchino farcito per non vaccinarsi e perdonare gli assalitori del Congresso il 6 gennaio. Preferisco il tacchino di Nantucket.