Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che, a causa della situazione epidemiologica nel Paese, saranno dichiarati "giorni non lavorativi" quelli dal 30 ottobre al 7 novembre, ma col mantenimento della retribuzione: lo riporta la testata online Meduza.

La proposta di dichiarare una settimana "non lavorativa" era stata avanzata martedì dalla vice premier Tatiana Golikova. La decisione

di chiudere gli uffici si inserisce in un contesto pandemico che in Russia registra 1.024 morti per Covid nelle ultime 24 ore.