La Turchia fuori dalla Convenzione di Istanbul, trattato del 2011 per prevenire e combattere la violenza contro le donne. Lo ha stabilito un decreto presidenziale firmato ieri che ha suscitato le critiche di tutto il mondo. La Convenzione obbliga i governi ad adottare una legislazione che contrasti la violenza domestica e gli abusi come le mutilazioni genitali femminili. Secondo i conservatori il provvedimento minerebbe l’unità familiare, incoraggiando il divorzio. Tante le proteste deflagrate.