Una violenza sessuale in pieno centro all’Aquila, su una scalinata dei portici di San Bernardino, nel tardo pomeriggio di sabato scorso, quando molta gente era a passeggio nella zona. È quanto denunciato da una quindicenne che accusa un coetaneo. Le sue urla hanno richiamato l’attenzione di un gruppo di amici, poi l’intervento di polizia e carabinieri ha evitato il linciaggio del giovane. La ragazza è stata trasferita all’ospedale San Salvatore dove i medici hanno potuto accertare la violenza. Il quindicenne, fermato per essere interrogato a lungo l’altro ieri e poi rilasciato come indagato, avrebbe sostenuto che la sua coetanea era consenziente. A coordinare le indagini il sostituto procuratore della procura per i minorenni dell’Aquila, Lorenzo Maria Destro. Sono state interrogate le persone presenti, a cominciare dagli amici della ragazza i quali hanno raccontato di aver inseguito il presunto stupratore, poi portato via dagli agenti di polizia.