18 feb 2022

"Violenza sessuale di gruppo" Arrestati tre ventenni a Foggia

Prima la serata trascorsa insieme in un locale, poi calci e pugni dopo lo stupro

Una manifestazione contro la violenza sulle donne
Una manifestazione contro la violenza sulle donne
Una manifestazione contro la violenza sulle donne

ROMA

Tre arresti in provincia di Foggia per violenza sessuale in concorso. Sono tutti ventenni incensurati. Uno dei tre stava studiando per il concorso da carabiniere. La vittima è una 40enne straniera agganciata dal terzetto, il 27 gennaio, all’interno di un locale alla periferia di San Giovanni Rotondo. Uscita a prendere una boccata d’aria dopo drink, chiacchiere e avances, la donna è stata strattonata e caricata a forza in macchina: la scena è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza del locale.

Una volta in auto, la donna è stata violentata da uno dei tre, mentre i sodali stavano seduti davanti. Successivamente, raggiunta una zona più isolata, a circa 200 metri dal bar, la vittima è stata fatta scendere dall’auto. Secondo stupro, sempre ad opera dello stesso ragazzo. Poi calci e pugni. Umiliata, tumefatta e piena di escoriazioni, la donna riesce a tornare a casa a piedi. Dopo 48 ore sporge denuncnia. Le indagini consentono agli uomini dell’Arma di identificare rapidamente i presunti autori: due di San Giovanni Rotondo, uno di San Marco in Lamis ora portati rispettivamente nelle carceri di Foggia, Lucera e Potenza. Ieri, nell’udienza di garanzia, i tre si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Sgomento Michele Crisetti, sindaco di San Giovanni Rotondo: "Si tratta di un episodio terribile. Questa è una ferita che lacera non solo la vittima, ma ciascuno di noi".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?