Finisce nel carcere per i minorenni dell’Aquila il 17enne accusato di violenza sessuale nei confronti di una 13enne, aggredita la sera del 6 novembre scorso, in pieno centro storico a L’Aquila. La misura è stata eseguita ieri su ordine del gip del tribunale per i minorenni su richiesta della Procura. A denunciare la violenza è stata la stessa giovane e solo per l’intervento di polizia e carabinieri si è evitato il linciaggio del presunto violentatore. La 13enne, in stato di choc, è ricorsa alle cure dei sanitari dell’ospedale San Salvatore e poi è stata seguita da un pool di psicologi. In lacrime ha raccontato agli investigatori di esser stata abusata. Dai primi accertamenti è stato possibile ricostruire la dinamica dei fatti, grazie a testimonianze e alle immagini di alcune telecamere. Sono state raccolte le denunce di altri episodi analoghi commessi dal diciassettenne nei confronti di altre minorenni, e anche un episodio di tentata rapina commessa dal minore nei confronti di una quarta ragazza, anch’essa minorenne.