Un agente della polizia municipale (Foto d’archivio)
Un agente della polizia municipale (Foto d’archivio)

Genova, 26 ottobre 2015  - Non solo il Comune di Sanremo nel mirino della procura che ha aperto un'inchiesta per assenteismo indagando 196 persone. Ora a finire nel mirino della magistratura c'è una vigilessa di Imperia. Per lei l'accusa è di truffa aggravata: avrebbe partecipato ad una gara di salto in lungo mentre era in malattia. 

Secondo alcuni quotidiani locali, la donna è stata scoperta per un esposto anonimo presentato al capo della polizia municipale.  Nella denuncia la vigilessa delle Maurina-Olio Carli avrebbe partecipato ad una competizione di atletica nel periodo in cui era in congedo malattia. 

La vigilessa è già stata sentita, insieme al suo avvocato, dalla commissione disciplina del Comune e il difensore sta preparando una memoria per scongiurare il rischio di licenziamento. Secomndo il legale, l'avvocato Roberto Trevia: "Chiariremo la mia cliente non ha commesso reati", e ha spiegato che la sua assistita avrebbe gareggiato al termine del suo periodo di malattia. Il suo rientro in servizio era previsto per il giorno successivo: "Le si può imputare una leggerezza non certo un comportamento illecito".

Ma davanti al pm la vigilessa si è avvalsa della facoltà di non rispondere. La vigilessa non é stata sospesa dal servizio.