"Mi scuso, mi dispiace veramente che sia stato travisato". Lo ha detto Gianna Nannini, ospite a ‘Domenica In’, tornando sulla polemica del suo nuovo video in cui alcuni poliziotti sono raffigurati come maiali. "Sono meravigliata - ha aggiunto la cantante - che un video uscito un mese e mezzo fa abbia creato adesso questo putiferio, non ci posso credere. Né io né il regista Luca Lumaca avevamo intenzione di offendere le forze dell’ordine e le divise che rappresentano". Il video, ha osservato Nannini, "non si può fermare ad alcuni frame, va visto nel suo insieme, è un video che condanna la violenza, gli abusi di potere, di tutti i tipi". Quindi la cantante ha precisato: "Devo essere molto chiara su una cosa: nessuno ha disegnato uniformi della polizia italiana, le uniformi sono state disegnate su scene reali, dove ci sono riferimenti ad ‘Arancia meccanica’, alla ‘Fattoria degli animali’ di Orwell, a delle cose già uscite". Le scuse della Nannini sono state accettate da Stefano Paoloni, segretario generale del Sindacato autonomo di polizia, che però chiede di modificare il vide incriminato.