Quotidiano Nazionale logo
1 feb 2021

Ricoverato per Covid, il suo cane lo aspetta davanti casa da due mesi

Una storia che fa stringere il cuore. Marco Maiolani è stato ricoverato per Covid a novembre e, da quel giorno, il suo Billy, un meticcio simile a un border collie, lo aspetta davanti alla porta di casa a Dorno, nel Pavese. Sono i nipoti di Marco ad occuparsi dell'animale, a dargli da mangiare e a convincerlo (a fatica) a rientrare per dormire alla sera. Ma poi al mattino Billy tira fuori un tappetino e si rimette ad aspettare che torni il suo padrone, mettendo ogni tanto il muso bianco e nero fuori dalle grate del cancello. Da due mesi Billy non si arrende ed è così che la sua storia ha iniziato a circolare. "Dovremmo imparare dai cani - commenta Maiolani -, loro ti danno tutto". E aggiunge: "Mi manca molto. E' una compagnia impagabile e insostituibile". Per Marco il Covid è stato una lunga sfida, ancora non del tutto conclusa. Prima è stato ricoverato al Policlinico San Matteo, lunghi giorni in terapia intensiva con l'aiuto di un supporto per respirare. Mentre ora è stato trasferito per la riabilitazione all'istituto Maugeri. "Ancora un pò di pazienza - dice Marco - e poi tornerò alla normalità. Non vedo l'ora di poter accarezzare il mio Billy"