Certo avremo sul groppone meno restrizioni rispetto a dodici mesi fa, ma questa non potrà dirsi (ancora) l’estate del ’tana libera tutti’. Il tasso di positività si mantiene da giorni ai minimi temini (attorno all’1%), quasi quattro italiani su dieci hanno ricevuto la prima somministrazione del vaccino (il 20,8% della popolazione è, invece, già immunizzato), tuttavia la prudenza non è mai troppa con un virus che, pur se decisamente indebolito, circola ancora nel nostro Paese. Vaccinazioni: record 600mila dosi in un giorno Covid, i contagi nel bollettino del 5 giugno Green pass: come funziona negli altri Paesi. Dall'Europa agli Usa Da qui l’esigenza, promossa dal governo Draghi, di non abbandonare dall’oggi al domani le ’buone maniere’ del coprifuoco, della mascherina e delle limitazioni che ci hanno protetto anche al mare e in piscina la scorsa estate. E che...

Certo avremo sul groppone meno restrizioni rispetto a dodici mesi fa, ma questa non potrà dirsi (ancora) l’estate del ’tana libera tutti’. Il tasso di positività si mantiene da giorni ai minimi temini (attorno all’1%), quasi quattro italiani su dieci hanno ricevuto la prima somministrazione del vaccino (il 20,8% della popolazione è, invece, già immunizzato), tuttavia la prudenza non è mai troppa con un virus che, pur se decisamente indebolito, circola ancora nel nostro Paese.

Vaccinazioni: record 600mila dosi in un giorno

Covid, i contagi nel bollettino del 5 giugno

Green pass: come funziona negli altri Paesi. Dall'Europa agli Usa

Da qui l’esigenza, promossa dal governo Draghi, di non abbandonare dall’oggi al domani le ’buone maniere’ del coprifuoco, della mascherina e delle limitazioni che ci hanno protetto anche al mare e in piscina la scorsa estate. E che soprattutto rappresentano, con la novità del green pass sugli spostamenti, un investimento per scongiurare il rimbalzo della curva pandemica il prossimo autunno. Ma facciamo il punto sulla durata e sulle caratteristiche di queste misure restrittive.

Ristoranti in zona bianca: al massimo in sei

Quando sarà abolito il coprifuoco?

Partiamo dalla norma più indigesta agli operatori turistici e agli amanti della movida. Spostata in avanti di un’ora, alle 23, la sua entrata in vigore, il coprifuoco è destinato ad essere archiviato fra qualche settimana anche nelle zone gialle dopo che in quelle bianche rappresenta già un ricordo. La deadline per l’interno Paese è stata fissata dal governo al 21 giugno prossimo nell’ottica che allora buona parte delle regioni sarà al livello minimo di allarme anti-Covid. Nel frattempo, da lunedì 7 giugno, la restrizione verrà posticipata ulteriormente alle 24, Ne consegue un allungamento dell’orario di apertura dei bar e dei ristoranti (5-24).

Vacanze: green pass e tamponi: cosa serve per spostamenti

Toglieremo la mascherina?

In Israele così come negli Stati Uniti lo hanno già fatto, pur se con modalità differenti. Niente più mascherine all’aperto per tutti in Terra Santa, viso e naso scoperti per i vaccinati Oltreoceano, insostanza anche al chiuso Da noi l’argomento è al centro dei confronto fra virologi, immunologi e infettivologi, mentre le istituzioni mandano segnali di fumo circa una possibile revoca dell’obbligo fra un paio di mesi. "Complice l’avanzamento della campagna vaccinale, agosto potrebbe essere il tempo giusto per eliminare la mascherina all’aperto", si sbilancia il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. Peccato che il premier Mario Draghi, a margine del Global health summit del 21 maggio, avesse previsto il superamento della norma già a metà luglio. Uno scarto di poche settimane, si dirà, ma il dubbio che si prenda tempo resta. Eccome.

Green Pass, svolta Garavaglia: "Fare come la Francia: aprire ai vaccinati da subito"

Come funziona il green pass?

In attesa di quello targato Unione europea, che sarà operativo dal primo luglio, resta il green pass italiano. Che tutto è tranne che un documento unico. Con questo termine si indica sia il certificato vaccinale (valido già dopo quindici giorni dalla prima dose), sia l’esito di un tampone negativo, processato nelle 48 ore precedenti, senza dimenticare il certificato di guarigione dal Covid. Per semplificare basta uno di questi tre attestati.

Matrimoni 2021, le regole: dal numero di invitati a tavola al tampone

Quali le regole in spiaggia e piscina?

Gli stabilimenti balneari hanno riaperto i battenti dal 15 maggio. Le regole da osservare sono le stesse dell’estate 2020. Negli stabilimenti è fatto divieto di utilizzare le piscine; la distanza minima tra le fila degli ombrelloni deve essere pari a cinque metri, quella fra un ombrellone e l’altro della stessa fila non deve essere inferiore a quattro metri e mezzo; va scongiurato un uso promiscuo delle cabine; niente sport di gruppo sulla spiaggia, via libera ai racchettoni. Giro di vite anche per chi andrà in piscina piuttosto che al mare. Se all’ingresso bisogna misurare la temperatura, in vasca va garantita una distanza interpersonale di 7 metri quadri, Inoltre, in acqua è vietato soffiarsi il naso, urinare ed è obbligatorio far indossare i pannolini ai bambini piccoli.

Garante Privacy blocca l'app Mitiga Italia per l'accesso agli eventi sportivi

Vaccinati Covid in Italia oggi: la dashboard in tempo reale