Città del Vaticano, 2 aprile 2021 - Indelebile nei ricordi del 2020 l'immagine di Papa Francesco in una Piazza San Pietro deserta, per presiedere il tradizionale rito della Via Crucis. A un anno di distanza, l'immagine, trasmessa in mondovisione, è la stessa. Solo che stavolta Bergoglio è accompagnato dai bambini, quelli a cui la pandemia da Coronavirus ha chiesto i sacrifici più grandi durante questo lungo anno. E sono proprio loro, le ragazze e i ragazzi della parrocchia romana dei Santi Martiri dell'Uganda, il gruppo scout Agesci 'Foligno I' e gli ospiti di due case famiglia di Roma, gli autori dei testi e dei disegni a commento delle 14 stazioni. 

Messa e veglia di Pasqua 2021 del Papa in tv: orari e dove vederle

Il Pontefice ha chiuso con la sua benedizione, senza pronunciare un discorso, a conclusione delle stazioni che ripercorrono la morte di Gesù. Ma, alla fine della cerimonia, quattro bambini sono saliti sul palco e si sono avvicinati per abbracciare Bergoglio, che a sua volta li ha subito salutati e accarezzati. Poi, rientrando nella Basilica, con passo visibilmente claudicante, il Papa si è diretto verso altri due bambini, accompagnati da due religiose e due donne con le fiaccole ancora accese, fermandosi ancora a salutarli e intrattenendosi con loro. E così si è chiusa la via Crucis, con quelli che potevano sembrare teneri gesti di un nonno ai suoi nipoti.