Dopo giorni di polemiche seguiti allo stop delle somministrazioni di AstraZeneca agli under 60, sono partiti nelle regioni, compresa la Campania con il dietrofront di De Luca, i richiami con Pfizer e Moderna per chi ha avuto la prima dose del farmaco dell’azienda anglo-svedese. Un cambio in corsa del Piano reso possibile anche dalla decisione del commissario Francesco Figliuolo (foto sopra) di mettere mano alle riserve strategiche per redistribuire le dosi in 11 regioni e che potrebbe aprire la strada a una ipotesi alla quale sta ragionando il governo per raggiungere l’immunità di gregge entro la fine di settembre: chiedere l’anticipo di parte delle consegne di Pfizer e Moderna previste per il terzo trimestre. Figliuolo: "Stiamo studiando, avere una riserva non guasta mai e ben vengano, qualora dovessero arrivare, dosi aggiuntive e anticipazioni di quelle dell’ultimo tirmestre".