Vestito da senatore dell'antica Roma fa il bagno nella Fontana di Trevi (Twitter)
Vestito da senatore dell'antica Roma fa il bagno nella Fontana di Trevi (Twitter)

Roma, 17 luglio 2019  - La Fontana di Trevi è sempre la più gettonata per un bagno estivo vietatissimo, ma molto alla moda. Dalle star d'altri tempi, che purtroppo lanciarono il gesto glamour, fino ai turisti ancora immersi nella favola hollywoodiana su Roma, non c'è pace per la fontana più famosa al mondo. 

Ora si aggiunge anche la forma di protesta, anche se del tutto rispettabile, a sguazzare nelle acque del monumento della Capitale. Così, spinto dalla giusta causa a favore dei commercianti campani vittime della camorra, e chiedendo di parlare con il ministro dell'Interno, un italiano di 38 anni, vestito da Senatore dell'antica Roma si è lanciato, novello Anita Ekberg, nella fontana. 

Ma non è bastato, con l'acqua fino alla cinta, l'uomo ha iniziato a gridare le sue ragioni alla folla di turisti presenti ai bordi della grande vasca, senza accennare a uscire. Per fermarlo alla polizia municipale non è bastato chiamarlo: un vigile è dovuto entrare e portarlo fuori dall'acqua, per poi multarlo pesantemente con una sanzione di 550 euro e appioppandogli il Daspo.

L'incredibile pomeriggio romano risale a lunedì scorso, ed è la stessa sindaca Virginia Raggi a svelarlo con un post e un video su Twittter: "I nostri monumenti vanno rispettati e le storiche fontane di Roma non sono piscine".