Sedia a rotelle, anziano in carrozzina: foto generica (Castellani)
Sedia a rotelle, anziano in carrozzina: foto generica (Castellani)

Verona, 22 novembre 2019 - Dramma familiare a Verona, dove un uomo ha ucciso l'anziano padre, gravemente malato e poi ha tentato il suicidio. Da brividi la sequenza: Rudy Paugger, 49 anni, si è avventato armato di coltello sul genitore in sedia a rotelle, sotto gli occhi orripilati della badante e poi ha tentato di togliersi la vita con la stessa arma.

Per Walter Paugger, 80 anni, malato da tempo, non c'è stato nulla da fare, mentre il figlio parricida è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato all'ospedale di Borgo Trento. 
La vittima si trovava in bagno con la badante quando è stato aggredito dal figlio, che lo ha colpito con un coltello alla schiena. La donna, terrorizzata, è fuggita dando l'allarme. Quando sul posto sono arrivati i poliziotti hanno trovato il 49enne ferito, ancora con il coltello in mano: si era inferto alcune ferite nel tentativo di togliersi la vita. 

Le indagini hanno rivelato che alla base del violento parricidio ci sarebbero futili motivi, ovvero una banale lite sulla spesa mattutina. Ora il 49enne è piantonato in ospedale dalla polizia, che è intervenuta sul luogo del delitto compiendo anche tutti i rilievi di rito con gli investigatori della Scientifica.

L'80enne ucciso si era trasferito a Verona dopo aver chiuso l'attività di ambulante di abbigliamento a Bolzano. Pare non avesse problemi economici. La moglie era morta lo scorso agosto e lui da tempo era gravemente malato: recentemente era stato sottoposto a un intervento chirurgico. Quanto al figlio, era disoccupato e viveva assieme all'anziano padre nell'appartamento nel quartiere di Veronetta.

L'80enne, vedovo, prima di andare in pensione era titolare di un negozio di abbigliamento a Bolzano e non risulta che avesse problemi economici. Il figlio, che era senza lavoro, viveva con il padre.