Salvo il prezioso crocifisso del Trecento nell'antica basilica di S.Andrea
Salvo il prezioso crocifisso del Trecento nell'antica basilica di S.Andrea

Vercelli, 30 giugno 2021 - Dodici suore sono state soccorse ieri sera a Vercelli dai Vigili del Fuoco, intervenuti per un incendio divampato nell'antica basilica di S.Andrea. Le fiamme si sono sviluppate nella sagrestia, mettendo in pericolo le dodici religiose della fraternità della Trasfigurazione e un antico e prezioso crocifisso del Trecento. 

A dare l'allarme è stata proprio una suora, che poco prima delle 22, quando assieme alle consorelle era nei locali attigui la basilica per cena, ha avvertito un forte odore di bruciato e ha visto il fumo avvolgere rapidamente i locali. La religiosa è scesa in chiesa e si è resa conto del pericolo incombente, ha quindi dato l'allarme ai Vigili del Fuoco. 

Il pronto intervento dei pompieri ha consentito la rapida evacuazione delle dodici suore, di cui le più anziane messe in sicurezza grazie all'autoscala, facendole passare attraverso la finestra. Solo alcune religiose hanno manifestato lievi sintomi da intossicazione e sono state soccorse dal personale della croce rossa, ma in generale stanno tutte bene. 

In sicurezza anche l'opera più preziosa conservata nella sacrestia, dove l'incendio è divampato: il crocifisso ligneo dipinto, un Cristo sofferente del XIV secolo, che non è stato raggiunto dalle fiamme anche perchè collocato sulla parete opposta a quella dell'armadio andato a fuoco. I Vigili del fuoco hanno comunque tempestivamente contenuto i danni e fermato le fiamme. La sola sacrestia resta inagibile, e si conta la perdita di alcuni libri e paramenti sacri. 

Le operazioni di bonifica sono andate avanti fino oltre le 2,30, sul posto si sono recati anche il sindaco di Vercelli, Andrea Corsaro, e l'arcivescovo monsignor Marco Arnolfo. Stamene è previsto un nuovo sopralluogo dei Vigili del Fuoco, in seguito sarà fatta una stima completa dei danni alla basilica di S.Andrea, fondata nel 1219 e completata nel 1227, il primo monumento gotico del Piemonte, ed uno dei più antichi d'Italia.