1 Tra battaglie e vittorie

Dopo che è stata raggiunta

l’intesa sulla riforma della giustizia, tutti i partiti hanno cantato vittoria, compreso il M5s e il leader in pectore Giuseppe Conte, il quale aveva aperto una dura battaglia sulle modifiche al testo dell’ex ministro Alfonso Bonafede

2 Il nodo prescrizione

La riforma della ministra Marta Cartabia (nella foto) consiste

nel dettaglio in una serie di emendamenti, 26 in totale, al testo Bonafede. L’attenzione

è ricaduta solo sulla prescrizione, ma le norme prevedono una serie di misure deflattive dei processi

3 I tempi rivisti

Nell’accordo i processi più complessi possono durare in Appello tre anni e 18 mesi in Cassazione e per i reati più gravi (mafia, terrorismo, spaccio, stupro), il giudice potrà chiedere di prolungarli per altri 3 anni in Appello e altri 18 mesi in Cassazione