11 dic 2021

Veneto: probabile zona gialla dal 20 dicembre. Zaia: "Oltre 4mila nuovi contagi"

La previsione del governatore: "Ma attenzione, siamo la regione che fa più tamponi"

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia mostra i cartelli con i dati del forte aumento dei casi Covid nelle ultime 24 ore in Veneto, 05 novembre 2021.
ANSA/ UFFICIO STAMPA REGIONE VENETO
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++
Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia (Ansa)

Venezia, 11 dicembre 2022 - Il Veneto corre verso la zona gialla che, stando alle ultime parole del presidente Zaia, potrebbe scattare da lunedì prossimo. I contagi da Covid sono in decisa crescita nella regione: se ieri i nuovi positivi sfioravano quota 4mila, oggi quella quota è stata oltrepassata.  Ad anticipare il bollettino delle ultime 24 ore è ancora una volta il governatore, intervistato a Sabato anch'io su Radio 1. "Oggi abbiamo più di 4.000 contagiati", ha detto Zaia, che però fa un appunto sull'interpretazione dei dati: "Il vero tema è che ci vorrebbe un po' di impegno a leggere le percentuali sui tamponi. Il Veneto è la regione che fa più tamponi in Italia. La media nazionale dei positivi sui tamponi è del 2,9%, il Veneto ha il 3,1%, l'Emilia-Romagna il 4,8%, la Calabria il 6,4%, le Marche il 7%". 

Covid, Italia nel limbo verso Natale. "Baci e abbracci restano un pericolo"

Green pass cambia ancora: nuove regole in arrivo. Il paradosso dei positivi al Covid

Bollettino Italia 11 dicembre 

Per il cambio di colore però il tasso di test positivi è inifluente. Come è noto, a determinare i passaggi da zona bianca a gialla, come da gialla ad arancione e da arancione a rossa, sono l'incidenza, l'occupazione delle terapie intensive e dei reparti ordinari. 

"Al momento il Veneto è all'11% dell'occupazione dei posti letto (in area medica ndr) - spiega lo stesso Zaia - al 15% si passa in zona gialla". Secondo i dati Agenas però la percentuale misurata sui dati di ieri è del 13%, 2 punti sopra. Già superata da tempo invece la quota di incidenza (al massimo 50 positivi su 100mila abitanti per restare in zona gialla, il Veneto è a 290), così come il tasso di saturazione delle rianimazioni, al 12% (il limite per restare nella zona bianca è il 10%). 

Report Iss: sale incidenza. Rt in calo

Il passaggio in giallo potrebbe scattare "verosimilmente la settimana del 20", ha detto Zaia, che ribadisce l'importanza dei vaccini. "Funzionano: ho un terzo dei ricoverati rispetto a quando avevo gli stessi contagiati di oggi (senza vaccini ndr)". 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?