La casa di Stefano Cucchi a Morena, quartiere nell’estrema periferia a sud-est di Roma, è stata venduta. Si tratta dell’abitazione che i genitori del geometra romano, morto nel 2009 a sei giorni dall’arresto, gli comprarono per aiutarlo a rifarsi una vita. Ora quell’abitazione appartiene ad una giovane coppia. "Ci hanno detto che erano fieri di aver comprato la casa di Stefano Cucchi, erano emozionati. Stefano non era certo un eroe. Era un essere umano. Era mio fratello. Ora il suo nome significa qualcosa di importante", afferma la sorella Ilaria (nella foto con Stefano). È lei, figura centrale nella battaglia per ottenere giustizia nel caso Cucchi, a raccontare la storia della casa di Morena: "I miei genitori l’avevano comprata per Stefano. Era nel programma consigliato dagli operatori del Ceis", il centro di Don Picchi contro le dipendenze frequentato da Cucchi. Il motivo della vendita lo spiega Ilaria: "Non riuscivamo più a far fronte alle spese. Questi 11 anni li abbiamo pagati cari, io e mio padre abbiamo perso il lavoro. È stato un duro colpo, venderla è stato come lasciarlo andare. Il dolore non si ferma".