Covid, la variante Omicron (Ansa)
Covid, la variante Omicron (Ansa)

Roma, 7 dicembre 2021 - Stanno aumentando in Europa i casi di variante Omicron, la nuova mutazione del Covid scoperta in Sudafrica. Ma a un ritmo più lento, almeno in Italia, rispetto a quanto si temeva inizialmente data l'alta contagiosità e i numeri che arrivano dal Sudafrica dove i contagi sono quadruplicati in pochi giorni. "Non c'è nessuna indicazione che la variante Omicron causi forme più gravi di Covid-19", ha dichiarato Michael Ryan, responsabile delle emergenze dell'Oms.

Gli esperti però sono d'accordo: la mutazione, al momento presente in oltre 40 Paesi, si espanderà presto. "Non credo che sia una buona notizia avere qualcosa che si diffonde velocemente" ha detto Albert Bourla, ceo di Pfizer, al Wall Street Journal. "Si diffonde rapidamente e ciò significa che sarà in miliardi di persone e potrebbe verificarsi un'altra mutazione. Questo non lo vorremmo", ha spiegato il Bourla che ha dichiarato di aspettarsi che il numero di casi confermati di Omicron aumenterà da dozzine a milioni nelle prossime settimane. Preoccupa soprattutto uno studio riportato dal 'Guardian' secondo cui una versione della nuova mutazione non viene rilevata neanche dal tampone molecolare

Bassetti: "Omicron si evolve in raffreddore" e indebolisce il Covid

Lo studio: sfugge al tampone

Secondo la scoperta di un gruppo di scienziati, riportata dal 'Guardian', una versione della variante Omicron risulta invisibile al tampone molecolare. Questa nuova versione ha molte mutazioni in comune con la Omicron originale, ma le manca un particolare cambiamento genetico che consente ai laboratori di individuarla. I ricercatori hanno osservato che è troppo presto per sapere se questa versione si diffonderà come la Omicron, ma la difficoltà a rilevarla fa temere che sia già diffusa.

Variante Omicron e malattia grave

Restano ancora dei dubbi sugli effetti della variante Omicron in termini di malattia grave e decessi. Secondo Bourla, infatti, in base a dati del Sudafrica è difficile trarre conclusioni poiché solo il 5% della popolazione ha più di 60 anni e i più giovani hanno normalmente casi più lievi. "Ci vorranno almeno un altro paio di settimane in Sudafrica e poi, man mano che avremo più infezioni nel resto del mondo, potrebbe volerci più tempo per vedere qual è il suo livello di gravità", ha detto il virologo statunitense Anthony Fauci, che al momento è ottimista. "Quasi certamente non è più grave della Delta". 

Primi test: anticorpi monoclonali efficaci contro Omicron

Timore in Gran Bretagna

Centouno dei 45mila nuovi casi rilevati oggi nel Regno Unito sono attribuibili alla variante sudafricana. Salgono a 437, quindi, i positivi ufficiali alla Omicron nel Paese, ma gli scienziati hanno espresso il timore che possano esserci già più di mille "casi sommersi" e che la nuova mutazione possa in poche settimane scavalcare la Delta e diventare dominante.

Omicron, 183 casi in Danimarca. "Diffusione inquietante"

La situazione in Italia

Sulla diffusione della variante nel nostro Paese ha fatto il punto questa mattina Silvio Brusaferro: "Attualmente in Italia ci sono 11 sequenze di variante Omicron e altre che devono essere ancora confermate. I casi confermati riguardano persone transitate attraverso il Sudafrica, o in contatto stretto con persone provenienti dal quel paese", ha spiegato il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità e portavoce del Cts.