Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
13 lug 2021

Variante Delta e rischio zone gialle. "Accelerare la profilassi, unica arma"

La cabina di regia si riunirà entro la settimana. Il ministro Speranza: valuteremo passo passo il da farsi. Il governo chiede di intensificare i tracciamenti. Verso il rafforzamento dei controlli nelle zone della movida

13 lug 2021
alberto pieri
Cronaca

La preoccupazione c’è. Ed è alimentata soprattutto da quella curva dei contagi (qui il bollettino del 12 luglio) che, da una settimana all’altra, ha raddoppiato il suo ritmo di crescita. Colpa della variante Delta che ha costretto perfino il premier, Boris Johnson, a tornare sui suoi passi dopo aver annunciato il "liberi tutti" ai cittadini inglesi. Variante Delta, zona bianca a rischio: ecco in quali regioni Acquaroli: "Le Marche non rischiano, ecco perché" In settimana, a Roma, dovrebbe svolgersi l’ennesima riunione fra il Comitato Tecnico Scientifico e la Cabina di Regia di Palazzo Chigi con un obiettivo ben preciso: evitare di fare lo stesso errore dell’estate scorsa, quando si decise di abbassare la guardia innescando la seconda e la terza ondata dei contagi. Bollettino Covid del 13 luglio I sintomi e dopo quanto tempo compaiono Ora, è il ragionamento del premier Mario Draghi, occorre evitare la quarta, che avrebbe effetti molto pesanti anche sul fronte dell’economia. Per questo si dà per scontata la proroga almeno fino ad ottobre dello stato di emergenza in scadenza a fine mese. Variante Delta, allarme dopo Europei. In Francia un milione di prenotazioni per vaccini Una decisione quasi obbligata considerando l’impennata dei contagi. Ma non è neanche escluso che alcune regioni possano tornare, già fra qualche settimana, in zona gialla. Sotto osservazione ci sarebbero il Molise, il Veneto, Campania, Sardegna, la Sicilia e le Marche dove l’aumento dei contagi è particolarmente veloce. Tutto, insomma, dipenderà dai numeri. Anche se, fra i governatori, cresce la fronda di coloro che vorrebbero considerare come parametro di valutazione il numero dei ricoverati e non quello dei contagiati. Il governo vorrebbe però chiedere alle Regioni di aumentare considerevolmente non solo il numero dei tamponi effettuali (con una soglia minima di 150 test ogni 100mila abitanti) ma anche le attività di tracciamento, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?