30 giu 2021

Variante Delta, ci si infetta in 5 secondi. Ma l’Oms frena: mancano le prove

Australia e Cina lanciano l’allarme sulla trasmissibilità della mutazione. La mortalità resta uguale agli altri ceppi

alessandro farruggia
Cronaca
La variante indiana del Covid-19 è stata isolata per la prima volta nel novembre 2020
La variante indiana del Covid-19 è stata isolata per la prima volta nel novembre 2020

Non solo è molto più infettiva ma anche estremamente più veloce nel trasmettersi: invece che i 15-20 minuti considerati necessari alle altre varianti, per la mutazione Delta – emersa in India nel novembre 2020 e ormai diffusa in almeno 85 Paesi – potrebbero bastare tra i 5 e i 10 secondi. Il sospetto nasce dal tracciamento dei casi infetti effettuato in Australia e in Cina e non è per ora supportato da ricerche scientifiche. Ma l’Oms, sia pur non accreditandolo, in attesa di riscontri, teoricamente non lo esclude. Presente anche una sub-versione Delta, chiamata Delta Plus o AY.1, capace di legarsi in modo ancora più efficiente alle cellule dei polmoni e anche questa ormai segnalata in più Paesi. Covid, i contagi in Italia del 30 giugno Il medico: "A Londra pochi ricoveri" Riapertura discoteche: slitta la decisione del governo Allarme Australia: trasmissioni in cinque secondi Kerry Chant, chief health officer dello Stato australiano del New South Wales, ha rivelato che una persona infettata dalla variante Delta ha preso la malattia in un incontro "spaventosamente fugace" al centro commerciale Bondi Junction Westfield di Sydney, come indicherebbero i filmati delle telecamere a circuito chiuso. "Sono chiaramente uno di fronte all’altro, un uomo cinquantenne e una donna quarantenne - ha detto il dottor Chant -, ma è letteralmente un movimento rapido, ravvicinato ma momentaneo. E potrebbe anche non essere un caso unico. Altre due persone potrebbero essere state infettate nello stesso modo". "Il cluster del centro commerciale di Bondi Beach – ha confermato il premier nel NSW Gladys Berejiklian – si è originato da un contatto spaventosamente fugace, forse cinque o dieci secondi,". Contagiosità in Cina Trasmissioni lampo della variante Delta anche in Cina. Il tracciamento dell’epidemia di Guangzhou mostra che il 19 maggio, il caso di prima generazione Guo e il caso di seconda ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?