Valanga, elisoccorso (Ansa)
Valanga, elisoccorso (Ansa)

Udine, 23 gennaio 2021 - Allarme valanghe dal Trentino al Friuli. Le nevicate delle scorse ore hanno portato ad elevare il rischio a marcato (grado 3) e in alcune zona addirittura forte (4).

Zoncolan

Valanga a Ravascletto, in Friuli: la slavina si è abbattuta su una pista da sci che torna verso la località sciistica in provincia di Udine. La segnalazione è arrivata poco dopo mezzogiorno alla centrale operativa dei soccorritori del Cnsas che si sono precipitati sul posto per verificare se ci fossero persone coinvolte, sciatori o persone che ciaspolavano. Fortunatamente, è stato appurato che nessuno si trovava in quella zona. 

La valanga avrebbe avuto origine dal "gjalinar", un canale di discesa fuoripista. Lì sarebbe avvenuto il distacco con neve e detriti che sono poi arrivati fino alla pista battuta poco sopra la stazione intermedia della funivia. Ricordiamo che gli impianti sciistici sono chiusi agli sciatori amatoriali, ma aperti a quelli professionisti. Nel caso di Ravascletto la cabinovia che sale verso il Monte Zoncolan era chiusa, ma è stata rimessa in azione da parte della società che gestisce gli impianti di risalita regionali Promo Turismo Fvg, così da contribuire ai soccorsi.

I soccorsi

Una decina di uomini del Cnsas hanno operato sul posto, in azione anche due Unità Cinofile da valanga, soccorritori della Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco. In volo si è levato pure un elicottero del soccorso sanitario, decollato- da Campoformido.

Trentino

Valanga anche in Trentino, sopra Baselga di Piné: la slavina ha travolto un gruppo di quattro scialpinisti sul Dosso di Costalta. Un membro della comitiva è riuscito a dare l'allarme. Sul posto sono intervenuti due elicotteri che hanno trasportato gli scialpinisti all'ospedale di Trento. Nessuno di loro è in gravi condizioni.